5G: nonostante le fake news, accelera lo sviluppo delle reti



Da Wired.it :

Ericsson stima un aumento degli abbonamenti già entro fine anno, a quota 190 milioni a livello mondiale. La spinta arriva anche da nuovi smartphone meno costosi

Un'antenna 5G (foto di Artur Widak/NurPhoto via Getty Images)
Un’antenna 5G (foto di Artur Widak/NurPhoto via Getty Images)

Il numero globale degli abbonamenti al 5G, la nuova generazione di connessioni mobili, potrebbe raggiungere quota 190 milioni entro la fine del 2020. La stima è di Ericsson. Nel suo ultimo Mobility report l’azienda di telecomunicazioni, che ha sottoscritto più di 93 tra accordi e contratti commerciali 5G con operatori unici a livello globale, calcola che, se la crescita degli abbonamenti 5G in alcuni mercati ha subito un rallentamento a causa della pandemia da coronavirus, in altri ha visto un incremento, spingendo a rivedere al rialzo le previsioni di fine 2020 relative agli abbonamenti a reti mobili di quinta generazione a livello globale. Entro la fine del 2025 diventeranno 2,8 miliardi.

Oltre a misurare il successo del 5G attraverso il numero degli abbonamenti, l’impatto reale di questa tecnologia sarà valutato in base ai benefici che porterà a persone e imprese”, osserva Fredrik Jejdling, vice presidente esecutivo e capo dei Networks di Ericsson.

 

Lo dimostra il caso italiano. Durante la pandemia, la disinformazione alimentata da fake news e teorie complottistiche ha acutizzato la diffidenza di alcune persone verso il 5G, tant’è che, come ha documentato Wired, sono aumentati i Comuni che hanno vietato le installazioni (da 53 a 262). Nel complesso, però, evidenzia il rapporto di Ericsson, l’approccio della maggioranza è positivo, benché inferiore ad altri Paesi. Dal sondaggio emerge che il 53% degli italiani ritiene che il 5G avrebbe potuto svolgere un ruolo positivo durante la crisi (63% negli altri paesi), mentre il 35% vorrebbe che la copertura venisse implementata molto più velocemente per beneficiare di velocità maggiori rispetto alla rete fissa.

Nella corsa a una maggiore digitalizzazione, Ericsson evidenzia anche la crescita delle connessioni a banda ultralarga senza fili (Fixed Wireless Access, Fwa), che raggiungeranno quota 160 milioni entro la fine del 2025. Per quella stessa dati sulle reti 5G passerà quasi la metà (45%) del traffico dati mondiale su reti mobili. Le reti di quinta generazione sono in crescita: 75 operatori hanno lanciato le loro offerte commerciali e la copertura, che nel 2019 raggiungeva il il 5% della popolazione mondiale, a fine 2025 arriverà al 65%. A spingere il mercato ci pensano anche gli smartphone abilitati al 5G: cento i modelli già disponibili. Nella seconda metà del 2020 ci si aspetta che il prezzo si abbassi a 300-400 dollari per unità, raggiungendo quindi le fasce medie.

Se il traffico dati globale sulle Fwa alla fine del 2019 era stimato attorno al 15% del traffico mondiale, con l’avvento di nuove tecnologie, come quelle legate al segnale internet dallo spazio, gli esperti ne stimano un aumento di quasi 8 volte del traffico che raggiungerà, nel 2025, i 53 exabyte (si parla di numeri nell’ordine dei trilioni di byte), pari a circa il 25% del traffico totale dei dati globali.

 

Potrebbe interessarti anche





[Fonte Wired.it]