Amazon accetta sempre di più i contanti


Il colosso lancia anche per i clienti americani la possibilità di pagare gli acquisti online in contanti presso gli sportelli della Western Union. Aumentano le opzioni per chi vuole usare le banconote

Un magazzino Amazon (LaPresse/Andrea Alfano)
Un magazzino Amazon (LaPresse/Andrea Alfano)

Buone notizie per coloro che non possiedono una carta di credito e non hanno un conto corrente ma vogliono comunque fare acquisti su Amazon. Il colosso dell’ecommerce ha deciso di estendere le possibilità di pagamento sul sito aggiungendo una nuova modalità che permette di utilizzare i contanti. L’opzione PayCode, che è disponibile in 19 stati ma non in Europa per il momento, è stata lanciata il 18 settembre anche per i clienti americani e consentirà di pagare direttamente in contanti i propri acquisti in una delle 15mila agenzie Western Union presenti nel Paese.

Il funzionamento è facile. Dopo aver messo nel carrello virtuale i prodotti da acquistare, il cliente seleziona PayCode tra le modalità di pagamento, e riceverà un Qr code e un numero associato che identificano i suoi acquisti. Nelle 24 ore successive i clienti dovranno presentarsi con quei codici in uno degli sportelli Western Union convenzionati per effettuare il pagamento senza alcun costo aggiuntivo, e solo a quel punto la merce verrà spedita. In caso di reso, poi, le filiali dell’azienda di servizi finanziari rimborseranno la spesa.

Negli Stati Uniti, questa opzione va ad aggiungersi a quella già messa in campo con Amazon Cash, che permette di depositare in contanti tra i 5 e i 500 dollari sul proprio Amazon Balance in uno dei 100mila punti convenzionati tra farmacie, negozi e altre attività. In una simile formula di pagamento è disponibile attraverso il servizio Ricarica in cassa, che permette di acquistare in contanti dei buoni regalo Amazon in diversi negozi convenzionati e in oltre 40mila punti SisalPay e di spenderli online tramite l’account personale.

E l’espansione delle possibilità per i pagamenti in contanti è un argomento a cui Amazon guarda con attenzione. Del resto, secondo la Federal Reserve Bank of San Francisco, il 77% dei pagamenti negli Stati Uniti viene fatto di persona, e di questi il 39% è in contanti. Lo scorso maggio, inoltre, in seguito alle proteste di alcune associazioni che consideravano discriminatorio l’uso esclusivo dei pagamenti digitali, anche i supermercati senza casse Amazon Go avevano iniziato a permettere l’uso dei contanti per i pagamenti in alcune città americane.

Potrebbe interessarti anche





Source link