Da Wired.it :

Nel 2018 il colosso di ecommerce guidato da Jeff Bezos ha lanciato Amazon Business con uno scopo preciso: semplificare la vita di imprese e professionisti con partita Iva agevolando l’acquisto di prodotti necessari alla propria attività aziendale e offrendo funzionalità legate a prezzi, tempistiche di consegna, account condivisi, limiti di spesa personalizzati, gestione delle fatture e tanto altro, progettate per ridurre i costi e aumentare la produttività.

Si tratta a tutti gli effetti di un negozio online all’interno del quale i clienti hanno accesso a 250 milioni di prodotti tecnici per industria, commercio e terziario forniti da venditori specializzati a prezzi vantaggiosi e con un sistema ottimizzato per la gestione della fatturazione elettronica. Ma vediamo più nel dettaglio come funziona il tutto.

Come iscriversi ad Amazon Business

Per usufruire di Amazon Business è necessario iscriversi andando sulla pagina apposita e cliccando su “Crea il tuo account gratis.” Si tratta di un account separato rispetto al classico account Amazon che utilizzano i consumatori sulla piattaforma standard, ma crearlo resta assolutamente gratuito. Oltre ai soliti email e password è necessario fornire i dati in merito alla ragione sociale, al numero di partita Iva e all’indirizzo fiscale della propria attività.

Gruppi interni nello stesso account

L’amministratore principale dell’account business ha la possibilità di condividere l’accesso all’account a eventuali dipendenti autorizzati, applicando eventualmente limiti di spesa personalizzati. Non solo: i dipendenti autorizzati possono essere a loro volta suddivisi in un gruppo interno che opera dallo stesso account. Una multinazionale ad esempio ha la facoltà di creare un gruppo di vendite, un gruppo di marketing, un gruppo del dipartimento logistica e così via. A ognuno di questi gruppi interni è possibile dare limiti di spesa differenziati. Un amministratore ha quindi la possibilità di monitorare le spese aziendali di tutti i dipendenti autorizzati, gestire e aggiornare tutti gli indirizzi di consegna designati e monitorare le consegne eventualmente anche in più sedi aziendali contemporaneamente.  

Diverse modalità di pagamento

Non solo a diversi profili o gruppi interni possono essere imposti limiti di spesa diversi, ma l’amministratore ha il potere di definire un metodo di pagamento diverso per ognuno. I metodi di pagamento accettati sono le carte di credito Visa, Mastercard e American Express, e l’addebito diretto sull’account aziendale. È bene anche specificare che nel momento in cui un dipendente autorizzato va a effettuare un acquisto per conto dell’impresa utilizzando una carta di credito registrata, potrà vedere solamente le ultime quattro cifre del conto aziendale. Ciò per motivi di sicurezza. 

Quasi tutti gli acquisti realizzati su Amazon Business prevedono inoltre il rilascio della fattura elettronica in formato xml-pa, con la possibilità anche di scaricarle in formato pdf dalla pagina I miei ordini e da qui nella sezione analisi acquisti. Qualora un prodotto non dovesse richiedere la fattura elettronica, ciò viene specificato sulla pagina del prodotto.

Altri vantaggi: spese di spedizione e garanzia

Altri vantaggi dell’account Amazon Business includono spese di spedizione gratuite per importi superiori a 29 euro e una garanzia di un anno. È bene specificare che gli acquisti effettuati su Amazon Business non sono infatti coperti dalla garanzia legale, la quale dura due anni e tutela esclusivamente i consumatori per uso personale e non quindi le aziende o i liberi professionisti. 

Amazon Business Prime: sconti progressivi, pianificazione delle consegne e tanto altro

Quanto enunciato finora fa riferimento esclusivamente all’account Amazon Business base, che è completamente gratuito. È poi possibile sottoscrivere un abbonamento ad Amazon Business Prime, che si distingue dall’abbonamento Prime classico perché non dà accesso anche a Prime Video o a Amazon Music, ma che in compenso offre ulteriori vantaggi a aziende e professionisti.

In primo luogo, la possibilità di avere accesso a sconti progressivi, ovvero risparmiare sui prodotti che vengono acquistati con frequenza maggiore. Per esempio, un ristorante può avere accesso a prezzi più bassi per articoli da cucina dato che presumibilmente li acquista con cadenza regolare.



[Fonte Wired.it]