Anche AMD ‘piange’: mercato PC debole e inventario, fatturato inferiore di 1,1 miliardi sulle stime

da Hardware Upgrade :

Anche AMD risente del rallentamento dell’economia che sta portando a una frenata negli acquisti tecnologici da parte di aziende e consumatori. La società guidata da Lisa Su ha annunciato i risultati finanziari preliminari del terzo trimestre 2022, anticipando agli investitori che il fatturato si aggirerà intorno ai 5,6 miliardi di dollari rispetto ai 6,7 miliardi di dollari precedentemente preventivati. I ricavi non cresceranno quindi su base annua del 55%, bensì del 29%.

“I risultati preliminari riflettono vendite inferiori alle attese nel segmento Client, ed è il risultato di consegne ridotte di processori a causa di un mercato PC più debole del previsto e una significativa correzione dell’inventario lungo la filiera di fornitura dei PC”, si legge in una nota.

Ne consegue che il fatturato della divisione Client dovrebbe fermarsi attorno a 1 miliardo, in calo del 53% rispetto al Q2 2022 e in contrazione del 40% su Q3 2021. Il segmento Data Center continuerà a invece a crescere, con ricavi per 1,6 miliardi di dollari in aumento del 45% su base annua.

Lo stesso possiamo dire per l’ambito Gaming (+14%), mentre il segmento Embedded andrà valutato meglio il prossimo anno, perché con una crescita del 1549% a 1,3 miliardi di dollari risente del benefico acquisto di Xilinx ma rende difficili confronti con il periodo precedente alla fusione.

Il margine lordo del Q3 2022 dovrebbe attestarsi al 42%, rispetto alle precedenti stime del 54%. Anche in questo caso il calo è principalmente legato alle minori consegne di CPU Ryzen e al calo dell’ASP, Average Selling Price, il prezzo medio di vendita. Inoltre, i risultati del terzo trimestre dovrebbero includere addebiti per circa 160 milioni di dollari legati alla gestione dell’inventario delle GPU.

“Il mercato dei PC si è notevolmente indebolito nel trimestre”, ha commentato Lisa Su, presidente e CEO di AMD. “Sebbene il nostro portfolio di prodotti rimanga molto solido, le condizioni macroeconomiche hanno determinato una domanda di PC inferiore al previsto e una significativa correzione delle scorte lungo tutta la catena di approvvigionamento dei PC”.

“Mentre affrontiamo le attuali condizioni di mercato, siamo soddisfatti delle prestazioni dei nostri segmenti Data Center, Embedded e Gaming e della forza del nostro modello di business diversificato e del nostro bilancio. Rimaniamo concentrati sulla realizzazione della nostra roadmap dei prodotti e non vediamo l’ora di introdurre i nostri prodotti per datacenter e grafica realizzati a 5 nm entro la fine del trimestre“.

AMD sembra scontare “in ritardo” i problemi già incontrati il trimestre scorso da NVIDIA e Intel. La prima aveva preannunciato al mercato un taglio di 1,4 miliardi di dollari sulle stime del Q2, poi concretizzatosi, la seconda aveva chiuso il trimestre con un fatturato di 15,3 miliardi di dollari, ovvero -22% su base annua.

Source link