Antitrust: multa di 3,6 milioni di euro a MediaWorld per le ‘offerte con la sorpresa’

da Hardware Upgrade :

L’Autorit Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha sanzionato per 3,6 milioni di euro MediaMarket (in Italia nota come MediaWorld) per “aver imposto l’acquisto di prodotti accessori” e attuato “modalit di promozione ingannevoli“. La sanzione il culmine di un’indagine partita nel giugno 2021, quando sono pervenute all’Autorit numerose segnalazioni da parte dei consumatori e dalla Guardia di Finanza di Chieti volte a evidenziare profili di possibile scorrettezza.

La condotta commerciale in oggetto s’imperniava sulla presentazione di alcuni prodotti come in promozione (sia nei volantini sia nei cartelli posizionati nei negozi), ma invece venivano abbinati e venduti insieme a prodotti o servizi accessori, facendo ritenere, contrariamente al vero, che il prezzo di offerta riguardasse solo quello del prodotto principale, inducendo quindi il consumatore all’acquisto anche del prodotto accessorio che non stato liberamente scelto e costringendolo a pagare un prezzo finale pi elevato.

“In questo modo il consumatore pagava un prezzo superiore e diverso rispetto a quello pubblicizzato. Mediamarket ha altres attuato pratiche scorrette e aggressive che imponevano al consumatore l’acquisto anche di prodotti accessori che non avrebbe altrimenti acquistato, sostenendo cos un costo supplementare non previsto”, segnala l’AGCM nella sua nota.

Smartphone, PC, iPad, Playstation e Smart TV risultano tra i prodotti pi “colpiti” dalla pratica. Si tratta di dispositivi che “presentano un prezzo non irrisorio e che vengono di frequente esposti al pubblico in ‘offerta’. Le vendite abbinate di accessori vengono realizzate e massificate, infatti, proprio in occasione di dette promozioni, in cui l’effetto ‘aggancio’ risulta particolarmente rilevante ed efficace.

“A mero titolo di esempio”, si legge in un passaggio “si riporta il caso di un consumatore che segnala di aver visto, tramite volantino, l’offerta promozionale di un telefono smartphone Redmi Note 9, venduto al prezzo di 159, ma arrivato presso il punto vendita ha dovuto acquistare il telefono – obbligatoriamente – con una pellicola protettiva gi applicata, pagando un sovrapprezzo di 25 rispetto al prezzo scontato, pubblicizzato nel volantino”.

Per l’Antitrust questa pratica in grado di “limitare considerevolmente la libert di scelta dei consumatori in relazione al prodotto da acquistare” e li induce – con modalit surrettizie – ad “assumere una decisione commerciale per l’acquisto di un prodotto che non avrebbero altrimenti preso”, violando il dovere di diligenza e integrando una pratica commerciale scorretta.

A commentare tempestivamente la sanzione il Codacons, il quale giudica positivo l’intervento dell’Antitrust. “Da tempo denunciamo i troppi specchietti per le allodole nel settore della vendita di prodotti hi-tech, con smartphone, smart TV, console da gioco proposti al pubblico a prezzi estremamente vantaggiosi, ma che nascondono vincoli e condizioni sfavorevoli per i consumatori. Pubblicit ed offerte che non consentono agli utenti di percepire in modo immediato l’esatta spesa che dovranno affrontare, e che alterano le scelte economiche dei cittadini ad esclusivo vantaggio degli operatori”.

“In tal senso riteniamo giusto sanzionare quelle societ che non garantiscono trasparenza delle offerte e delle pubblicit ai consumatori, e invitiamo i cittadini a prestare la massima attenzione quando un prodotto tecnologico viene venduto ad un prezzo eccessivamente conveniente”, conclude il Codacons.

Ecco la dichiarazione di MediaWorld, marchio di Mediamarket SpA, in riferimento al provvedimento sanzionatorio ricevuto da parte di AGCM, l’Autorit Garante della Concorrenza e del Mercato,

MediaWorld, marchio di Mediamarket SpA, ha ricevuto un provvedimento sanzionatorio da parte di AGCM, l’Autorit Garante della Concorrenza e del Mercato.

L’azienda non condivide le motivazioni alla base del provvedimento ritenendolo del tutto infondato e, pur mettendosi a completa disposizione dell’Autorit, effettuer ricorso nei confronti di tale decisione.

Nel corso del 2022, tra l’altro, MediaWorld ha implementato una serie di azioni per aumentare ulteriormente la trasparenza della comunicazione commerciale presso tutti i propri punti vendita distribuiti sul territorio italiano.

MediaWorld da 30 anni a fianco dei clienti per favorire la conoscenza e la diffusione della tecnologia, operando nel pieno rispetto delle normative e mettendo il cliente al centro della sua strategia, attraverso soluzioni, servizi ed esperienze di qualit.

Source link