da Hardware Upgrade :

Apple ufficializza oggi il nuovo iPad Pro con il chip M2, che non cambia a livello di design ma cambia a livello hardware. Offre oggi infatti la combinazione definitiva di portabilità, versatilità e prestazioni da notebook. Il nuovo iPad Pro offre un’esperienza diversa e nuova con l’uso della Apple Pencil: si chiama ”hover” e permetterà di farla diventare quasi un mouse sul tablet. Non solo perché guadagna anche connettività wireless più veloce di prima, insieme ad un display mobile tra i più avanzati al mondo, due fotocamere professionali, Face ID, porta Thunderbolt e un sistema audio a quattro altoparlanti. A tutto questo si aggiungono anche le nuove funzionalità di iPadOS 16, tra cui Stage Manager, il supporto completo per un display esterno e ancora applicazioni per rendere il tablet un notebook per flussi di lavoro professionali ma svolti su di un tablet.

Il nuovo iPad Pro sarà disponibile per l’ordine a partire da oggi e nei negozi arriverà a partire da mercoledì 26 ottobre ad un prezzo di partenza di 1.069€ per la versione da 11″ e 128GB oppure a partire da 1.469€ per la versione da 12.9” sempre da 128GB.


iPad Pro con M2: un concentrato di potenza

“L’iPad Pro di nuova generazione spinge i confini di ciò che è possibile su iPad, portando ancora più versatilità, potenza e portabilità all’esperienza iPad definitiva”, ha affermato Greg Joswiak, Senior Vice President Worldwide Marketing di Apple. “Alimentato dal chip M2, il nuovo iPad Pro offre prestazioni incredibili e le tecnologie più avanzate, tra cui un’esperienza al passaggio del mouse di Apple Pencil di livello superiore, acquisizione video ProRes, connettività wireless superveloce e potenti funzionalità di iPadOS 16. Non c’è nient’altro di simile”.

iPad Pro con chip M2 dunque non cambia a livello estetico ma si focalizza sull’hardware proponendo una nuova generazione di tablet sempre più potente e soprattutto sempre più capaci di sostituire un Mac, grazie anche all’uso di iPadOS 16 che va a braccetto proprio con questa idea di Apple. Parliamo innanzitutto di numeri perché il nuovo chip M2 su iPad Pro non è altro che quello che troviamo sul MacBook Air presentato dall’azienda di Cupertino pochi mesi fa.

Tecnicamente il chip M2 ha una CPU 8-core capace di rendersi fino al 15% più veloce rispetto a quella del chip M1 e introduce miglioramenti sia nei performance core che negli efficiency core. Inoltre, la GPU 10-core offre prestazioni grafiche fino al 35% più scattanti, per soddisfare anche l’utente più esigente. Insieme a CPU e GPU, il Neural Engine 16-core può elaborare 15.800 miliardi di operazioni al secondo, oltre il 40% in più rispetto a M1, rendendo iPad Pro ancora più potente quando impegnato in operazioni di machine learning. Il chip M2 offre inoltre 100 GBps di banda di memoria unificata, il 50% in più rispetto al chip M1, e supporta fino a 16GB di veloce memoria unificata, per lavorare in modo ancora più fluido con più app alla volta e con file pesanti.

Questo significa spingere il nuovo iPad Pro ad operazioni di livello professionale come flussi di lavoro impegnativi. editing di pesanti librerire di foto ma anche l’uso di applicazioni per la manipolazione di oggetti in 3D e ancora complesse situazioni di lettura di ecografie o anche indagini mediche. Insomma la potenza del chip M2 su questi iPad Pro non sembra avere molti limiti anzi forse il limite maggiore è poterla sfruttare davvero. Oltretutto adesso con il chip M2 anche gli iPad Pro possono registrare video in ProRes, se necessario, e possono anche effettuare la trascodifica dei file ProRes fino a 3 volte pià velocemente. Questo significa poter registrare, modificare e poi pubblicare video di qualità professionale direttamente con un unico dispositivo.

iPad Pro e la funzione ”hover” per la Apple Pencil

E poi c’è la nuova funzionalità ”hover” che permette di dare alla Apple Pencil un nuovo significato. Si perché grazie ad iPad Pro ma anche ad iPadOS 16 ecco che la Apple Pencil di seconda generazione può permettere agli utenti di avere una modalità d’interazione con lo schermo completamente nuova. In pratica la punta della Apple Pencil viene rilevata già quando si trova a 12 millimetri dallo schermo e questo permette di avere un’anteprima del tratto ancora prima che venga effettuato. Tutto questo significa avere la massima precisione nelle illustrazioni o avere ancora pià facilità nell’eseguire una determinata operazione.  Per esempio, con la funzione Scrivi a mano i campi di testo si ingrandiscono in automatico quando si avvicina Apple Pencil allo schermo e la conversione della scrittura a mano in testo digitato è ancora più veloce. Anche le app di terze parti possono sfruttare questa nuova funzione, aprendo la strada a modi completamente nuovi di annotare e disegnare.

E ancora nuova connettività con il Wi-Fi 6E che permettono di avere migliore stabilità e anche maggiori velocità. In questo caso i download possono raggiungere la velocità di 2,4 Gbps, il doppio rispetto alla generazione precedente. I modelli Wi-Fi + Cellular con 5G ora supportano ancora più reti 5G in tutto il mondo.

iPad Pro: sempre due versioni da 11” e 12,9”

I nuovi iPad Pro con chip M2 vengono comunque rilasciati in due versioni proprio come quelle degli scorsi device. In questo caso avremo iPad Pro da 11” e iPad Pro da 12,9” con duplice colorazione ossia l’argento e la grigio siderale. Il display è per il modello più piccolo da 11” un Liquid Retina con retroilluminazione a LED con tecnologia IPS e con tecnologia ProMotion per refresh rate maggiorato. C’è ampia gamma cromatica P3 e ancora il True Tone e luminosità massima che si spinge a 600 nit. Il display dell’iPad Pro da 12.9” invece vede la presenza di un un pannello mini-LED con tecnologia IPS e sistema di retroilluminazione 2D con 2596 zone FALD (Full Array Local Dimming). Qui c’è una luminosità che si spinge fino a 1000 nit a tutto schermo in XDR e a 1600 nit in HDR.

Il processore M2 come detto è un processore con CPU 8 core con 4 performance core e 4 efficiency core, GPU 10 core e ancora una Neural Engine a 16 core con 8GB di RAM sui modelli da 128GB, 256GB e 512GB e fino a 16GB di RAM sui modelli da 1TB e 2TB. Il sistema delle fotocamere posteriore è composto da due sensori di tipo grandangolare e ultra grandangolare: il primo è da 12 Megapixel con apertura ƒ/1.8 mentre l’Ultra-grandangolare vede un sensore da 10MP, apertura ƒ/2.4 e angolo di campo 125°. La fotocamera per le videochiamate è invece un sensore ultra-grandangolo da 12MP e angolo di campo 122° con diaframma con apertura ƒ/2.4.

Funzioni PRO grazie a iPadOS 16

Oltre a importanti aggiornamenti a Messaggi, nuovi strumenti in Mail e Safari, la nuova app Meteo e i nuovi modi di interagire con foto e video usando Testo attivo e Ricerca visiva, iPadOS 16 introduce potenti funzioni per la produttività che portano l’esperienza iPad Pro a un altro livello.

  • Stage Manager offre un’esperienza di multitasking completamente nuova, organizzando in automatico app e finestre, e semplificando il passaggio da un’attività all’altra. Entro la fine dell’anno, Stage Manager supporterà i monitor esternicon risoluzione fino a 6K: l’utente potrà creare il suo spazio di lavoro ideale; per esempio, potrà tenere aperte fino a quattro app su iPad e fino a quattro app sul monitor esterno.
  • Le app di livello desktop aprono la strada a nuove funzionalità ottimizzate per il display di iPad Pro: sono ancora più potenti grazie a nuovi elementi e interazioni, come l’opzione di annullare e ripetere le azioni a livello di sistema, un’esperienza di ricerca e sostituzione riprogettata, un nuovo menu con le azioni più comuni, barre degli strumenti personalizzabili, la possibilità di modificare le estensioni dei file e vedere le dimensioni delle cartelle in File e molto altro.
  • Grazie alla Modalità Riferimento, iPad Pro 12,9″ con Display Liquid Retina XDR è in grado di soddisfare i requisiti cromatici richiesti per attività di revisione e approvazione, color grading e compositing, per cui l’accuratezza dei colori e la fedeltà delle immagini sono fondamentali. Così chi usa iPad Pro per lavoro, per esempio chi si occupa di fotografia e videomaking, può modificare immagini e video HDR per renderli più realistici, e chi lavora sui set cinematografici può vedere in anteprima i contenuti con un profilo colore che rispecchia la ripresa finale.

iPad Pro con M2: prezzi e disponibilità

I nuovi iPad Pro con M2 saranno disponibili per l’ordine a partire da oggi e nei negozi arriverà a partire da mercoledì 26 ottobre. Ecco tutti i prezzi:

  • iPad Pro 11” solo Wi-Fi da 128GB ad un prezzo di 1.069€

  • iPad Pro 11” solo Wi-Fi da 256GB ad un prezzo di 1.199€

  • iPad Pro 11” solo Wi-Fi da 512GB ad un prezzo di 1.449€

  • iPad Pro 11” solo Wi-Fi da 1TB ad un prezzo di 1.949€
  • iPad Pro 11” solo Wi-Fi da 2TB ad un prezzo di 2.449€
  • iPad Pro 11” Wi-Fi+Cellular da 128GB ad un prezzo di 1.269€
  • iPad Pro 11” Wi-Fi+Cellular da 256GB ad un prezzo di 1.399€
  • iPad Pro 11” Wi-Fi+Cellular da 512GB ad un prezzo di 1.649€
  • iPad Pro 11” Wi-Fi+Cellular da 1TB ad un prezzo di 2.149€
  • iPad Pro 11” Wi-Fi+Cellular da 2TB ad un prezzo di 2.649€
  • iPad Pro 12,9” solo Wi-Fi da 128GB ad un prezzo di 1.469€
  • iPad Pro 12,9” solo Wi-Fi da 256GB ad un prezzo di 1.599€
  • iPad Pro 12,9” solo Wi-Fi da 512GB ad un prezzo di 1.849€
  • iPad Pro 12,9” solo Wi-Fi da 1TB ad un prezzo di 2.349€
  • iPad Pro 12,9” solo Wi-Fi da 2TB ad un prezzo di 2.849€
  • iPad Pro 12,9” Wi-Fi+Cellular da 128GB ad un prezzo di 1.669€
  • iPad Pro 12,9” Wi-Fi+Cellular da 256GB ad un prezzo di 1.799€
  • iPad Pro 12,9” Wi-Fi+Cellular da 512GB ad un prezzo di 2.049€
  • iPad Pro 12,9” Wi-Fi+Cellular da 1TB ad un prezzo di 2.544€
  • iPad Pro 12,9” Wi-Fi+Cellular da 2TB ad un prezzo di 3.044€

Source link