Apple sta lavorando per cambiare Siri: non sarà più necessario dire ”Hey Siri”

da Hardware Upgrade :

Apple starebbe provando a semplificare l’accesso al suo assistente vocale presente su iPhone, iPad, Mac, Apple Watch, TV, Carplay e HomePod in modo da poterlo attivare pronunciando unicamente la parola “Siri”. Niente più “Hey Siri” come comando di attivazione dell’assistente per il riconoscimento e la conseguente attivazione di Siri che dunque avverrebbe in modo decisamente più colloquiale e di più facile utilizzo. Un cambiamento che potrebbe sembrare di poca importante e facile da apportare, bensì è un passaggio incredibilmente difficile lato programmazione perché richiederebbe un addestramento dell’intelligenza artificiale diverso da quello che accade attualmente.

Siri si potrà attivare anche senza dire ”Hey Siri”

L’indiscrezione arriva dal solito Gurman e dalla sua ennesima newsletter domenicale dove ha voluto dare indicazioni sul futuro dell’assistente vocale di Apple. In questo caso, secondo il giornalista ben informato degli sviluppi dell’azienda di Cupertino, il futuro di Siri non riguarderebbe solamente il cambiamento della frase di riconoscimento e attivazione ma Apple starebbe pensando anche ad una maggiore integrazione di Siri nelle applicazioni come anche nei servizi di terze parti. Non solo perché sarebbe pronta anche a dare vita a miglioramenti sulla capacità di comprendere gli utenti e soprattutto anche di elaborare le richieste quotidiane.

Un lavoro che Apple ha messo in roadmap da diversi mesi e che cerca di rendere decisamente più appetibile nei confronti degli utenti che dovrebbero vedere i risultati a partire dal prossimo anno o al più entro il 2024. Secondo Gurman infatti, Apple, avrebbe già realizzato giri di test interni tra i suoi dipendenti sulle novità di Siri e avrebbe già ottenuto sufficienti feedback.

E, come detto in apertura, sappiate che il cambiamento della frase di attivazione di Siri, senza quel ”Hey”, permetterebbe ad Apple di proporsi sul mercato alla pari di Amazon che con Alexa già permette agli utenti di colloquiare ed attivare l’assistente chiamandola direttamente per nome senza suffissi o altro. Un passaggio fondamentale per l’utente che in tal modo si porrebbe nei confronti di un’intelligenza artificiale in modo meno distaccato. Non solo perché in questo modo riuscirebbe anche a superare Google la quale ancora permette ai suoi utenti di attivare Google Assistant chiamandolo con frasi fatte come “Hey Google” o ancora “Ok Google”.

Apple ha ancora molto da dire con Siri seppur il suo ritardo nei confronti della concorrenza, Alexa e Google Assistant in primis, sembra essere ancora importante. L’assistente di Apple venne lanciato per la prima volta nel 2011 e da allora le novità e i miglioramenti nel tempo sono stati decisamente tanti permettendo a Siri di accompagnare nelle operazioni quotidiane l’utente con tutti i device dell’ecosistema con la mela morsicata. Di certo quello che i fan della mela si attendono da tempo è di avere finalmente un assistente vocale capace di colloquiare facilmente e soprattutto di capire senza frasi fatte o di circostanza.

Source link