da Hardware Upgrade :

Il ritardo nella pubblicazione delle patch non è l’unico strascico dell’attacco hacker subito da Riot Games qualche giorno fa. La software house di League of Legends e Valorant sta comunicando in modo trasparente su Twitter l’evoluzione della vicenda.

“Nel corso del fine settimana, la nostra analisi ha confermato che il codice sorgente di League, TFT (Teamfight Tactics) e della vecchia piattaforma anticheat sono stati esfiltrati dai malintenzionati. Oggi abbiamo ricevuto un’email in cui chiedono un riscatto. Inutile dire che non pagheremo“. Si vocifera che la richiesta ammonti a 10 milioni di dollari per non diffondere il codice e cancellarlo dai propri server.

“Sebbene questo attacco abbia colpito duramente il nostro ambiente di sviluppo e possa causare problemi in futuro, la cosa più importante è che rimaniamo fiduciosi che nessun dato o informazione personale dei giocatori sia stata compromessa“, si legge.

Il furto del codice sorgente aumenta la probabilità che emergano nuovi cheat per LoL e TFT, anche se Riot Games afferma che è pronta a intervenire sull’anticheat “il più rapidamente possibile”. Nel codice trovano posto anche una serie di funzionalità sperimentali che la software house stava valutando, ma che chiaramente ora sono in forse. “La maggior parte di questi contenuti è in fase di prototipo e non vi è alcuna garanzia che venga mai rilasciata”, dichiarano gli sviluppatori.

“I nostri team di sicurezza e consulenti esterni continuano a valutare l’attacco e a controllare i nostri sistemi. Abbiamo anche informato le forze dell’ordine e collaboriamo attivamente con loro mentre indagano sull’attacco e sul gruppo dietro di esso. […] In futuro rilasceremo un rapporto completo che descrive in dettaglio le tecniche applicate dagli aggressori, le aree in cui i controlli di sicurezza di Riot hanno fallito e le misure che stiamo adottando per garantire che ciò non accada di nuovo”.

“Abbiamo fatto molti progressi dalla scorsa settimana e crediamo che le cose verranno sistemate più avanti nel corso della settimana, il che ci consentirà di mantenere la normale cadenza delle patch in futuro. I team di League e TFT vi aggiorneranno presto per chiarire cosa significhi per ogni titolo”.

Source link