Auto guida autonoma Bmw-Mercedes, in autostrada nel 2024


Le vettura autonome di quarto livello di Mercedes e Bmw entreranno in commercio già a partire dal 2024 potendo anche muoversi in autonomia sulle autostrade tedesche

bmw mercedes autonome
(Foto: Mercedes/Bmw)

Entra nel vivo la collaborazione tra Mercedes e Bmw, siglata a inizio anno. Il primo frutto potrebbe essere già colto tra cinque anni, nel 2024, con le prime vetture a guida autonoma di livello 4 in grado di muoversi da sole in autostrada. Più specificamente, sulle autostrade tedesche note per non avere limiti di velocità massima consentita.

Queste smart car potranno gestire tutto ciò che serve per mantenere la direzione in carreggiata e la distanza minima dal veicolo che precede, effettuare svolte e, naturalmente, garantire sempre la maggiore sicurezza per i passeggeri.

Richiederanno però ancora un essere umano al posto di guida, che vigilerà e sorveglierà in tempo reale sul viaggio, pronto ad agire in caso di necessità.

Più di 1.200 tra ingegneri e sviluppatori lavoreranno in sinergia condividendo sperimentazioni e dati preziosi. Si partirà da un campus vicino a Monaco di Bmw e si proseguirà con due centri di test di Daimler. Le due aziende opereranno a stretto contatto per allestire anche la parte software, assistenza alla guida, sensori e tutto ciò che riguarda il data center per l’archiviazione delle informazioni.

La prima Mercedes autonoma di terzo livello vedrà la luce nel 2021, mentre Bmw sta completando le fasi preliminari assieme a Bosh. Allo scorso Ces 2019, la fiera della tecnologia di Las Vegas, la compagnia automobilistica ha presentato un esemplare di moto in grado di guidare da sola, che fornirà un’assistenza matura e profonda al pilota.

Tuttavia, anche guardando ai recenti incidenti, prima del debutto delle vetture autonome di quarto livello ancora c’è ancora tanto cammino da percorrere, visto che per ora la flessibilità di pensiero e la capacità di adattarsi alle varie situazioni del nostro cervello è ancora una tecnologia lontana da raggiungere. Nel frattempo il Consiglio d’Europa ha votato a favore del 5G come standard per le connessioni delle auto a guida autonoma, a dispetto del wifi.

Potrebbe interessarti anche





Source link