CHIPS Act: chi prende i soldi non potrà costruire fabbriche avanzate in Cina per 10 anni

da Hardware Upgrade :

Il CHIPS Act firmato dal Presidente statunitense Joe Biden prevede quasi 53 miliardi di dollari a sostegno di iniziative votate a dare nuovo impulso al settore dei semiconduttori a stelle e strisce. Attualmente gli USA producono circa il 10% dei semiconduttori realizzati nel mondo, al di sotto di quanto avviene nell’area asiatica e in particolare a Taiwan e Corea del Sud.

Finora si conoscevano solo i contorni di come sarebbero stati usati i soldi di quel piano, ma oggi abbiamo un quadro dettagliato(qui un documento). I produttori di semiconduttori (chip logici e di memoria) che si avvarranno delle tecnologie di fabbricazione pi avanzate, come ad esempio Intel, avranno accesso alla fetta pi ampia del fondo, ben 28 miliardi di dollari.

I fondi non saranno forniti alle parti interessate solo come sovvenzioni, ma saranno disponibili anche per accordi di cooperazione, o per sovvenzionare prestiti o prestiti garantiti. Il Dipartimento del Commercio ha sottolineato che, per ottenere i sussidi, i produttori dovranno dimostrare che tali soldi sono utili per sostenere i loro investimenti e non dovranno essere usati per sostituire il loro budget.

Il governo statunitense considera come produttori non solo societ che processano wafer e creano chip in silicio, ma anche quelle che assolvono a compiti di test e assemblaggio. L’obiettivo creare una filiera locale completa, svincolata dall’Asia. Il Dipartimento del Commercio valuter i progetti, focalizzandosi in particolare su quelli che “coinvolgono pi linee produttive dal costo elevato e la filiera associata“.

Le realt impegnate invece nella produzione di chip con processi produttivi maturi e i partner a esse collegate avranno invece accesso a circa 10 miliardi di dollari. Lo stanziamento andr fondamentalmente a chi investir nella produzione locale di semiconduttori per settori come difesa, automobili e sanit.

11 miliardi di dollari serviranno invece per iniziative volte al rafforzamento della ricerca e sviluppo. In particolare, quel denaro finanzier programmi mirati. Il National Semiconductor Technology Center (NSTC) si occuper di ricerca sui semiconduttori avanzati, in cooperazione con societ, laboratori nazionali e istituti. Il National Advanced Packaging Manufacturing Program (NAPMP) si concentrer sullo sviluppo di nuovi metodi di packaging per i chip e la loro diffusione negli impianti produttivi ubicati negli Stati Uniti.

NTSC e NAPMP saranno sotto l’egida del direttore del National Institute of Standards and Technology (NIST), a cui sar affidato anche il programma Metrology Research. Infine, il NIST dar forma al Manufacturing USA Institute, una rete di realt produttive, governative e accademiche che si occuper di ricerca e sviluppo nell’ambito dei semiconduttori. L’idea quella fornire ai membri di tali organizzazioni l’accesso a strutture e attrezzature all’avanguardia per incoraggiare la ricerca e lo sviluppo, nonch formare la forza lavoro.

Per valutare tutte le proposte di finanziamento che arriveranno, il Dipartimento del Commercio sta creando un team dedicato, tanto che ha gi avviato l’assunzione di 50 persone deputate all’analisi tecnica ed economica dei progetti. Lo stesso team monitorer l’uso dei fondi e potr recuperarli se i destinatari non avvieranno o completeranno i progetti in tempo.

La cosa pi importante che ai destinatari dei fondi sar vietato espandere o costruire nuova capacit per la produzione di semiconduttori avanzati in Cina per 10 anni, nonch usare quei soldi per il riacquisto di azioni o il pagamento di dividendi. Di questo possibile vincolo si vociferava gi da tempo.

Inoltre, il Dipartimento del Commercio terr traccia delle transazioni di propriet intellettuali dei destinatari del fondo poich tali accordi potrebbero creare problemi di sicurezza nazionale. In pratica, le societ che otterranno il denaro per finanziare la produzione in USA potranno semplicemente espandere le loro fabbriche cinesi per la produzione con processi “maturi”.

La battaglia per impedire alla Cina di prendere il sopravvento in ambito tecnologico diventer quindi ancora pi aspra nel prossimo futuro, dopo anni di continue misure degli USA per impedire a Pechino di ottenere le capacit tecniche e il know-how per creare una propria filiera indipendente. Recentemente NVIDIA e AMD hanno comunicato che non potranno commercializzare i loro acceleratori di IA pi potenti in Cina.



Portatile
HP tuttofare
con Ryzen 7, 8GB di RAM, 512GB
di SSD velocissimo e schermo Full HD a
469,99
? Prezzo pazzesco
su Amazon
(fino ad esaurimento scorte!)

Source link