Seleziona una pagina

da Hardware Upgrade :

Una sfida su un tragitto di 1.000 km, per capire se le scelte tecniche sono state quelle giuste. È ciò che Citroën ha chiesto a UTAC, gruppo specializzato nei test e nella certificazione, che quindi ha messo alla prova la berlina francese ë-C4 X, confrontandola con alcune concorrenti di vari segmenti, e con caratteristiche tecniche vicine.

Nel corso di due giorni le diverse auto sono state testate nelle medesime condizioni stradali e climatiche, e per sfidare ë-C4 X sono state scelte Renault Mégane E-Tech, Volkswagen ID.3 e MG 4. Nello specifico, la Mégane nella versione con 60 kWh di batteria, ID.3 con 58 kWh e MG4 con 64 kWh, mentre l’auto Citroën è quella con la scelta più contenuta, 54 kWh.

Proprio questo sarebbe uno dei fattori che secondo la marca di Stellantis contribuisce ad avere un’ottima efficienza: una batteria compatta, più leggera, e con una curva di ricarica più efficiente. La ë-C4 X supporta infatti fino a 100 kW in DC, potenza elevata che mantiene a lungo.

L’efficienza dell’elettronica e l’aerodinamica hanno poi contribuito al risultato finale, che ha visto proprio la ë-C4 X trionfare, con un tempo di 11 ore e 57 minuti, ricariche incluse. Le sfidanti sono arrivate più tardi, tra 14 e 67 minuti dopo. Thierry Koskas, CEO di Citroën, ha così commentato: “Il test condotto da UTAC convalida le scelte strategiche di Citroën: una batteria di dimensioni più ragionevoli che, pur garantendo un’autonomia di oltre 400 km, riduce i costi e i consumi e consente di percorrere lunghe distanze senza pensieri, grazie all’efficienza della ricarica rapida. Uso la ë-C4 regolarmente e questi livelli di efficienza li sperimento in condizioni reali ogni giorno, durante tutti i miei spostamenti“.

Nel comunicato stampa del test è possibile consultare tutte le tabelle con consumi registrati e tempi di percorrenza delle varie tappe.

Source link