Come fanno i giganti del tech a pagare poche tasse


Le aziende più importanti della tecnologia mondiale sono da anni al centro del dibattito per il modo in cui riescono a sfruttare tutti i margini per pagare meno balzelli. Un approccio non privo di trucchi, come spiega questo video del format Data Attack

I colossi della tecnologia hanno cambiato la nostra vita e anche il corso dell’economia mondiale ma c’è un tema sempre più urgente per governi e utenti: come e dove questi player pagano le tasse sui grandi profitti che macinano.

La percezione, amplificata anche da alcuni provvedimenti inflitti negli ultimi anni, è che le grandi corporation della tecnologia non pagano tutte le tasse che potrebbero (e abusino anche in diversi casi di posizione dominante per fare ancora più soldi). Non è detto che sia sempre un discorso di illegalità, posto che legalmente esistono vie per sfruttare differenti modalità di tassazione, e quindi aliquote più vantaggiose, o portare soldi nei paradisi fiscali.

In questo episodio del format Data Attack, che chiama in causa aziende come Microsoft, Google, Oracle e Apple, i trucchi delle big del tech per pagare meno tasse sono spiegati con un approccio a tratti magico.

Potrebbe interessarti anche





Source link