Da Wired.it :

Emergono nuove informazioni sul tanto atteso visore per la realtà mista di Apple alias Reality Pro, che potrebbe essere ormai alle porte con una presentazione in primavera e un’uscita a stretto giro di posta. Secondo le ultime affidabili voci il nuovo gadget avrà numerosi punti di contatto con iPhone e iPad sia a livello di interfaccia grafica sia di funzionalità confermando come mai sia sia pronto a unirsi a solido ecosistema della mela morsicata. Sono emerse inoltre nuove informazioni su alcuni dettagli come per esempio la batteria che sarà allocata all’esterno e potrà essere cambiata facilmente

Mark Gurman di Bloomberg ha pubblicato un lungo articolo di anteprima relativo a come sarà il visore per la realtà mista di Apple, che potrà funzionare peraltro anche come display esterno una volta connesso a un Mac con la possibilità di continuare a osservare in realtà virtuale le attività e controllando il tutto con periferiche fisiche come tastiera e mouse, ma anche con Siri per gli input vocali. Sarà possibile indossarlo con gli occhiali da vista e anche con gli AirPods per un audio migliore rispetto agli speaker integrati. Per garantire un’esperienza familiare a chi già possiede un iPhone o un iPad, anche la schermata home del visore presenterà un aspetto del tutto simile a quello degli smartphone dei tablet con tanto di applicazioni da posizionare dove meglio si desidera e widget da aggiungere e personalizzare. Non mancheranno le app più note come Safari, Foto, Mail, Messaggi, Apple Tv+, Apple Music, Podcasts e Calendario. La videoconferenza sarà una delle funzioni principali, con un ambiente basato su FaceTime con sale riunioni virtuali e avatar che riprendono i partecipanti a figure intere.

Tra le tecnologie più importanti a bordo c’è sicuramente quella del tracking di occhi e mani attraverso videocamere posizionate all’interno e sulla scocca esterna per osservare i movimenti dell’utente e tradurli in comandi e feedback, così da evitare di passare solo da un controller fisico. Reality Pro potrà variare tra la realtà virtuale e quella aumentata con uno switch apposito, nel primo caso immergendosi in un mondo digitale e nel secondo con uno strato arricchito in sovraimpressione sul mondo reale. A livello strutturale, i due display saranno micro-oled 4k mentre la batteria sarà posizionata all’esterno del dispositivo (sul retro?) per un facile accesso così da sostituirla con una carica quando si usa il visore e anche per evitare danni al volto per via di eventuali surriscaldamenti. Il prezzo del visore sarà alto, circa 3000 euro al lancio.



[Fonte Wired.it]