Corsair TBT100: il dock con Thunderbolt 3 che fa collegare tutto con un unico cavo. La recensione

da Hardware Upgrade :

Corsair la conosciamo molto bene come marchio leader nelle memorie, negli SSD o nei case per PC cos come anche per altri accessori sempre inerenti al mondo tech. In questo caso per lazienda ha recentemente ampliato il suo campo di applicazione con nuove opzioni che includono anche una potente ed interessante linea di docking station. Inutile girarci intorno perch tutti coloro che utilizzano un laptop come sistema principale, che sia esso con sistema operativo Windows o anche macOS, possono facilmente utilizzare una docking station per connettersi a tastiera, mouse, monitor e rete, il tutto con un solo cavo di connessione. Una facilitazione che oggi con le modalit di lavoro ibrido che la pandemia da COVID ha imposto non pu che rendersi fondamentale.

In questo caso sappiate che la scelta di una docking station fortemente influenzata dalla tecnologia di connessione utilizzata, con dispositivi pi economici che utilizzano USB e le soluzioni pi capaci che invece si rifanno alla pi potente Thunderbolt 3. Ecco che Corsair ha deciso di proporre al proprio pubblico la docking TBT100 ossia un prodotto capace di offrire una soluzione unica per tanti prodotti insieme. S, perch il dock progettato per sfruttare tutti i 40 Gbps della larghezza di banda Thunderbolt 3 per supportare pi monitor, periferiche e reti su un unico cavo di tipo C.

Semplicit d’utilizzo e configurazione, design sobrio e un tante porte per espandere la connettivit del proprio notebook dotato di una USB con supporto Thunderbolt. Sono queste le principali caratteristiche che un utente chiede quando cerca una docking station e queste sono anche le specifiche che troviamo nel Corsair TBT100. S, perch chi sceglie la TBT100 di Corsair di certo lutente che utilizza il notebook come prodotto lavorativo principale e quando arriva in postazione di lavoro non vuole fare altro che collegare un solo cavo USB-C per essere subito connesso a tutto quello che compone il suo setup da lavoro. Ma vediamo com fatto, come funziona e soprattutto che caratteristiche possiede.

DESIGN

Quando si parla di docking station sappiate che in giro troverete sostanzialmente due scuole di pensiero sul design che questo prodotto deve possedere: quelle che vengono concepite come vere e proprie torri verticali o quelle che invece possono essere posizionate in orizzontale sulla scrivania. Gli ingegneri di Corsair hanno optato per quest’ultima soluzione proponendo agli utenti un prodotto che potesse dare meno fastidio ma soprattutto potesse prendere posto sulla scrivania semplicemente poggiandolo su di essa in orizzontale.

Corsair di certo ha pensato pi di altri a come realizzare la sua docking station TBT100 a livello estetico. Ha infatti deciso di propendere s per la versione da poggiare in orizzontale ma ha anche deciso di rendere il tutto pi armonioso e accattivante introducendo una leggera curva nella parte superiore e smussando gli angoli per rimuovere eventuali spigoli vivi.

La parte anteriore presenta un pulsante di accensione, una singola porta Thunderbolt di tipo C, uno slot per il lettore di schede SD e un jack per cuffie/microfono da 3,5 mm, lasciando la maggior parte della connettivit sul retro. Quella singola porta di tipo C sulla parte anteriore non per quella che potr servire poi per collegare il proprio notebook tramite Thunderbolt 3 ma dovr essere utilizzata per periferiche USB, come unit flash di tipo C o SSD esterni.

Sul retro per c veramente limbarazzo della scelta. S, perch la docking station propone qui altre due porte di tipo C, una delle quali USB e l’altra invece una porta Thunderbolt 3 da 40Gbps che collegher il notebook principale. Insieme a ci ci sono due porte USB 3.2 Gen 1 (5 Mbit) di tipo A, due porte HDMI 2.0 (per luso a doppio stream 4K a 60fps in HDR), una porta LAN Gigabit, uno slot per blocco Kensington e l’ingresso di alimentazione dall’alimentatore esterno che viene chiaramente messo in confezione.

un design relativamente pulito, minimale, senza fronzoli ma bello da vedere su qualsiasi tipo di scrivania. Senza dubbio possiamo confermare che TBT100 di Corsair la pi bella tra le docking station attualmente in commercio e che soprattutto risulta anche la pi compatta rispetto ad altre della concorrenza. Le misure esatte della TBT100 parlano di 228 x 83 x 25 mm, insomma, potete tranquillamente posizionarla ai piedi del vostro monitor e non vi ruber poi cos tanto spazio. Oltretutto non dimentichiamo le parti gommate che lazienda ha predisposto sulla parte inferiore per non avere problemi di grip anche su di una superficie fortemente scivolosa. E non dimentichiamo anche il piccolissimo LED sul pulsante di accensione che permette di avere immediatamente lidea se la docking appunto acceso e in funzione o meno.

Da non sottovalutare la funzione di ricarica intelligente che condivide l’alimentazione tra il sistema host e i dispositivi collegati quando necessario. TBT100 in grado infatti di utilizzare l’alimentatore distribuendo potenza solo dove serve, fino ad un massimo di 85W. A pieno carico infatti pu fornire fino a 30W di potenza alle porte USB, con la potenza disponibile rimanente fornita al sistema host. E non solo perch la potenza minima fornita al notebook collegato di 45W.

UTILIZZO E SOFTWARE

La Corsair TBT100, come detto prima, compatibile sia con Windows 10 che con macOS. Un vantaggio non da poco cos come quello di essere una docking station praticamente ”plug&play” ossia linstallazione veramente semplice ed immediata non appena la si collega alla corrente e al proprio notebook.

Se state utilizzando un prodotto con sistema operativo Windows dovrete seguire la procedura che aprir una finestra relativa alle impostazioni della docking station e dove non dovremo fare altro che selezionare lopzione Sempre Connesso in modo da poter avere il riconoscimento automatico della docking ogni qualvolta collegherete il notebook. Se usate invece un MacBook la cosa ancora pi semplice perch come ci ha insegnato macOS con le periferiche non necessaria alcuna azione visto che il Mac riconoscer in automatico la docking Corsair e la attiver a sua volta senza bisogno di passaggi intermedi.

A questo punto non rimane che collegare qualsiasi tipo di periferica di cui abbiate bisogno e cominciare ad usare la dock come vero e proprio prodotto di estensione delle connessioni del proprio notebook. Possiamo collegare alla doppia HDMI 2.0 fino a due monitor esterni con una risoluzione massima di 4K a 60Hz per entrambi e possiamo anche collegarci alla porta ethernet per velocit di trasferimento dati fino a 1000 Mbps. E provandola sappiate che nei nostri test ci siamo avvicinati davvero tanto a questo valore superando tranquillamente i 950 Mbps.

Ci piaciuta molto la presenza di un lettore di schede SD incorporato nella dock. Non tutte le docking station lo posseggono o spesso lo posizionano ma non in una posizione comoda per essere utilizzato con frequenza. Ci piaciuto molto anche la presenza di una porta Ethernet. Ancora una volta, questa periferica viene lasciata fuori da molte docking station ed una mancanza abbastanza grave soprattutto se si utilizza un MacBook. Nelluso di tutti i giorni non abbiamo avuto problemi nel collegare il nostro MacBook Pro 13 cos come anche tutte le altre periferiche, da un disco SSD, a schede SD o ancora monitor, tastiere o mouse.

Interessante anche il fatto che il Corsair TBT100 disponga di un software da utilizzare insieme alla dock chiamato Corsair Thunderbolt Dock Utility. un software creato per espellere correttamente la dock dal computer al fine di proteggere qualsiasi memoria o dispositivo o periferica che stata collegata in precedenza.

CONCLUSIONE E PREZZO

Abbiamo volutamente lasciato nelle conclusioni la questione del prezzo di questa Corsair TBT100. Sappiate che la qualit si paga e la TBT100 di Corsair costa esattamente 279 che sicuramente un prezzo importante a prima vista ma che risulta essere assolutamente in linea con altre docking station della concorrenza e soprattutto in linea con quella che la qualit del prodotto nelluso di tutti i giorni.



Si tratta di un prodotto dedicato senza dubbio ai professionisti che sono in qualche modo determinati a spendere queste cifre per portare a casa un device degno e che possa accompagnarli quotidianamente senza intoppi, con la potenza e la semplicit richiesta.

Qui effettivamente c massima qualit, massima espandibilit ma anche stabilit nelle connessioni tra i vari dispositivi una volta collegati. Ed inevitabile non ritenere importante il fatto che brand come Corsair stiano iniziando a sviluppare accessori come il TBT100 per utenti Windows e macOS: un’ottima opzione per gli utenti che non hanno una grande quantit di dispositivi da collegare ma che vogliono farlo velocemente, con stabilit e soprattutto con un solo cavo.

Source link