Criptovalute: il Parlamento Europeo vota per la tassazione e per l’uso della blockchain contro l’evasione fiscale

da Hardware Upgrade :

Nel corso della giornata di marted 4 ottobre il Parlamento Europeo ha
adottato una risoluzione per un miglior uso della blockchain per combattere
l’evasione fiscale
, e per far s che gli Stati membri coordinino
in modo migliore la tassazione delle criptovalute
.

La risoluzione non vincolante, presentata dalla deputata portoghese Lidia
Pereira
, del Partito Popolare Europeo, stata adottata in plenaria
con 566 voti favorevoli, 7 voti contrari e 47 astensioni. Si tratta di una
risoluzione che stabilisce un quadro per raggiungere entrambi gli
obiettivi proposti di utilizzo della blockchain. La risoluzione stata
discussa dall’Aula nel corso della giornata di luned 3 ottobre.

Per quanto riguarda la tassazione delle criptovalute la
risoluzione afferma
che questi asset dovrebbero essere soggetti ad
una tassazione equa, trasparente ed efficace, invitando inoltre le
autorit a prendere in considerazione un trattamento fiscale semplificato
per i piccoli operatori economici e le piccole transazioni.

La risoluzione, a tal scopo, chiede anzitutto alla Commissione di valutare
le diverse modalit con cui gli Stati membri attualmente tassano i
cripto-asset, identificando le diverse politiche nazionali in merito alla
lotta all’evasione fiscale in questo campo. Per fare ci, per,
necessario che venga data una definizione chiara e ampiamente
accettata di cosa sia una criptovaluta e una definizione coerente di
cosa costituirebbe un evento imponibile
, e la risoluzione richiede
che la Commissione si esprima anche su questi aspetti.




Per quanto riguarda in particolare gli “eventi imponibili”, la
risoluzione suggerisce che la conversione di un cripto-asset in valuta
fiat possa rappresentare la scelta pi appropriata e chiede alla
Commissione di valutare in modo specifico tale possibilit, insieme ad una
pi generale relativa all’identificazione di possibili eventi imponibili.
La risoluzione precisa inoltre che la natura transfrontaliera dei
cripto-asset richiede la conoscenza della giurisdizione
in cui si
sarebbe verificato l’evento imponibile.

Da ultimo, relativamente al tema della tassazione, la risoluzione chiede
la modifica della direttiva sulla cooperazione amministrativa in materia
fiscale affinch anche le criptovalute vengano incluse nel quadro
dello scambio di informazioni
.

Per quanto concerne invece l’obiettivo dell’uso della blockchain per
combattere l’evasione fiscale
e ottenere una miglior riscossione
delle tasse la risoluzione afferma che le amministrazioni nazionali devono
impegnarsi ad utilizzare tutti gli strumenti possibili per facilitare
un’efficace riscossione delle tasse, identificando la blockchain come uno
di questi strumenti.

La risoluzione osserva che le caratteristiche uniche della tecnologia
blockchain possono offrire un nuovo modo per automatizzare la
riscossione delle tasse, limitare la corruzione e identificare meglio la
propriet di beni materiali e immateriali
, permettendo di adottare
quadri fiscali pi efficaci. Per fare ci, tuttavia, necessario uno
sforzo per identificare le migliori pratiche d’utilizzo della tecnologia
cos che si possa migliorare la capacit analitica delle amministrazioni
fiscali, e gli Stati membri dovrebbero inoltre portare avanti processi di
riforma delle autorit fiscali mediante opere di modernizzazione dei
processi. La risoluzione, infine, invita la Commissione ad integrare
meglio l’uso della blockchain nei diversi forum e programmi che si
occupano di tassazione e cooperazione.

Source link