Da iOS 16 ai nuovi Mac Book Air: cosa presenterà Apple al WWDC 2022


L’evento per sviluppatori inizierà lunedì 6 giugno e durerà 4 giorni. Durante la presentazione si attendono aggiornamenti su iPadOS 16, tvOS 16, macOS 13 e watchOS 9, ma non è da escludere qualche altra novità

Il prossimo 6 giugno prenderà il via il WWDC 2022 (Worldwide Developers Conference), l’annuale conferenza mondiale degli sviluppatori Apple che durerà quattro giorni. Sarà ancora una volta solo digitale senza raduni fisici a causa della crisi sanitaria globale in corso. L’evento è gratuito e sarà l’occasione per conoscere le versioni future di iOS, iPadOS, macOS, watchOS e tvOS, ma si attendono anche altre novità. Uno degli appuntamenti più attesi è il keynote di apertura, previsto alle 19:00 (ore italiane). 

Come vedere WWDC 2022 in streaming

leggi anche

Per dare il via alla Worldwide Developers Conference ogni anno, infatti, Apple organizza un evento chiave per presentare nuovi software e, occasionalmente, nuovi hardware. Cupertino trasmetterà l’evento in streaming su Apple.com, l’app Apple Developer, il sito Web Apple Developer, Apple TV e YouTube. Si rincorrono le ipotesi sulle novità che saranno esposte durante l’evento. 

iOS 16, previste nuove funzionalità per notifiche, messaggi e salute

leggi anche

Apple compie 40 anni in Italia: “Con le app 85mila posti di lavoro”

Non sappiamo molto sui nuovi aggiornamenti software del sistema operativo di iPhone in questo momento, ma con l’avvicinarsi del WWDC, le voci stanno iniziando a crescere. Quest’anno non sono in arrivo importanti modifiche al design, ma ci saranno alcune nuove interessanti funzionalità. Apple sta infatti lavorando a importanti miglioramenti per la schermata di blocco, come sfondi con funzionalità simili a widget. Con il lancio di iPhone 14 Pro, Apple potrebbe anche introdurre una schermata di blocco sempre attiva. Novità anche per l’app Messaggi, che dovrebbe contenere funzionalità simili a quelle dei social network con miglioramenti ai messaggi audio. Secondo Mark Gurman di Bloomberg, iOS 16 porterà miglioramenti “significativi” alle notifiche, anche se al momento non ci sono dettagli a riguardo. Apple prevede di introdurre una versione aggiornata dell’app Salute che amplierà la funzionalità di monitoraggio del sonno e la gestione dei farmaci. Previste anche nuove funzionalità per la salute delle donne. Cupertino sta lavorando anche a diversi nuovi servizi per Apple Pay, che consentirà ai clienti di pagare gli acquisti a rate nel tempo. Previsto anche un programma di abbonamento hardware che consentirà ai clienti di pagare una tariffa mensile per un iPhone, iPad o Mac, rendendo il processo di acquisto di un dispositivo paragonabile all’acquisto di spazio di archiviazione iCloud o all’ottenimento di un abbonamento Apple Music. Ciò potrebbe avvenire entro la fine del 2022, o più tardi nel 2023.

iPadOS 16, previste novità per il multitasking

leggi anche

Apple: ecco i nuovi strumenti dedicati agli utenti con disabilità

Sebbene i dettagli siano scarsi in questo momento, Apple potrebbe pianificare una nuova interfaccia multitasking per l’iPad con “modifiche importanti alle finestre”. Le aspettative maggiori riguardano l’esperienza utente sui tablet della mela, sfruttando al massimo i nuovi iPad Pro e iPad Air con chip M1.

watchOS 9, novità su estetica e salute

leggi anche

Per quanto riguarda watchOS 9, si attende una nuova modalità di risparmio energetico, nuove funzionalità, come il rilevamento della fibrillazione atriale per calcolare il “carico” o la frequenza con cui una persona si trova in uno stato di fibrillazione atriale in un determinato periodo di tempo. Apple aggiungerà anche più tipi di allenamento e metriche relative alla corsa nell’app Allenamento sull’orologio e aggiornerà alcuni dei quadranti esistenti con un aspetto aggiornato. L’aggiornamento dovrebbe includere “miglioramenti significativi a watchOS che influiscono sul funzionamento quotidiano e sulla navigazione”. Inoltre, ora che la transizione verso i chip M1 è ormai consolidata, è probabile che a partire da macOS 13 vedremo nuove funzionalità dedicate esclusivamente ai Mac più recenti, che utilizzano i nuovi chip proprietari di Apple. Novità anche per l’estetica, con l’aggiornamento delle vecchie watchface, che saranno ottimizzate per il display più ampio di Apple Watch Series 7.

tvOS 16, incognita su possibili aggiornamenti

Al momento si sa poco di tvOS 16, il sistema per Apple tv, ma potrebbe presentare funzionalità legate alla smart home. Nello scorso WWDC non era stata annunciata nessuna nuova versione.

macOS 13, si attende la presentazione di Mammoth

Potrebbe essere presentato anche il macOS 13, anche se non ci sono stati molti rumors a riguardo, se non che potrebbe essere chiamato macOS Mammoth, in base alla documentazione dei marchi Apple. Per quanto riguarda le funzionalità, ci sono alcune novità che potrebbero essere in arrivo, oltre ad alcune nuove aggiunte per iOS 16 che probabilmente arriveranno anche su macOS: dall’App Preferenze di sistema rinnovata simile all’app Impostazioni su iPhone e iPad, alla nuova versione per app predefinite come Messaggi, Posta, Note e Safari. Funzionalità simile a un social network per l’app Messaggi, con particolare attenzione ai messaggi audio. Possibile app dedicata alla musica classica.

Atteso il lancio del MacBook Air 2022

leggi anche

Mark Gurman di Bloomberg, che spesso fornisce informazioni accurate sui piani di Apple, ha affermato a febbraio che Apple ha Mac pronti per il lancio, il che indica che potremmo vedere qualcosa svelato al WWDC. Sappiamo che Cupertino sta lavorando a una versione aggiornata di Mac Pro con i più potenti chip di silicio Apple mai creati fino ad oggi, gli M2. Ma si aspetta anche un nuovo design e MagSafe. Possibile quindi che il nuovo Mac Pro venga presentato al WWDC 2022, prima del lancio autunnale, per dare agli sviluppatori il tempo di creare app professionali per i nuovi chip.

One more thing: ipotesi nuovo visore per la realtà aumentata

leggi anche

Si attende anche un lancio di un visore per la realtà virtuale, ma non è sicuro che possa venire presentato durante il WWDC. Tuttavia, se Apple volesse ritagliarsi uno spazio per un’eccezionale one more thing, è possibile che mostri qualche genere di teaser per realityOS, ossia il nome (non confermato) del sistema operativo che muoverà il visore AR/VR.



fonte : skytg24