da Hardware Upgrade :

Le infrastrutture di desktop virtualizzati sono molto apprezzate e utilizzate in alcuni ambiti, dato che permettono di effettuare velocemente il provisioning dei sistemi dedicati ai dipendenti (in particolare quelli che lavorano da remoto) e possono garantire un elevato livello di sicurezza. La soluzione offerta da AWS prende il nome di Amazon Workspaces, che sino a pochissimo tempo fa supportava solamente due sistemi operativi: Microsoft Windows e Amazon Linux. Il colosso del cloud ha aggiornato l’infrastruttura per consentire anche di mettere in piedi desktop virtuali basati su Ubuntu.

Dektop Virtuali Ubuntu su AWS, per ingegneri e sviluppatori

La scelta di proporre anche la distribuzione Linux di Canonical è stata fatta per andare incontro alle esigenze di una particolare tipologia di utenti (ingegneri, data scientist, sviluppatori, esperti di IA e machine learning), che tipicamente per i loro carichi di lavoro si affidano a questa distro. Include infatti numerosi strumenti e librerie open source necessari per specifici carichi di lavoro. 

AWS ubuntu

Abbiamo portato i desktop Ubuntu su Amazon Workspaces per permette agli sviluppatori di velocizzare il design, la programmazione e l’integrazione di carichi di lavoro basati su Ubuntu, siano essi basati su istanze o container, nell’ambiente di AWS“, spiega  Alex Gallagher, VP Cloud di Canonical. “Oltre a questo, i desktop virtuali basati su Ubuntu consentono alle aziende di mettere velocemente in piedi istanze di desktop Ubuntu capaci di elevate prestazioni e di offrirli tramite i servizi gestiti di AWS“. 

Fra i vantaggi della virtualizzazione dei desktop Ubuntu, AWS sottolinea la maggior sicurezza, garantita dal fatto che tutti i dati e i file sono salvati su volumi all’interno del perimetro di sicurezza del proprio account AWS. Nessun dato chiave, come codice, documenti di design o dati delle  applicazioni, verrà scaricato sugli endpoint locali. 

Il secondo vantaggio è uno dei punti di forza delle infrastrutture VDI: bastano pochi minuti per mettere in piedi un desktop funzionante, con tutti gli strumenti necessario già installati.

Questo approccio permette anche di abbattere i costi, dato che si andrà a pagare solamente per il tempo di utilizzo delle risorse. 

Non va trascurata la semplicità con cui è possibile abilitare lo smart working in piena sicurezza.

Source link