Dirk Häcker: BMW M saprà sfruttare appieno l’elettrificazione

da Hardware Upgrade :

Come tutti tutti i grandi produttori di automobili, anche BMW ha deciso di affrontare il passaggio verso veicoli con un minore impatto ambientale. Recentemente abbiamo scritto di come il marchio tedesco abbia deciso di iniziare la produzione in piccola serie della iX5 Hydrogen che, come intuibile, sfrutta le fuel cell e l’idrogeno per l’alimentazione. Ma non è l’unico punto sul quale si sta lavorando.

bmw m elettrica

Non poteva mancare la produzione di automobili elettriche come la i4 eDrive40 che sembra essere piuttosto interessante in termini di autonomia. La sfida più importante, e forse complicata, è però quella di “far accettare” agli utenti del brand sportivo “M” il passaggio all’elettrificazione della linea. Un compito affidato a Dirk Häcker, a capo dello sviluppo di questa divisione. Lo stesso Häcker (che guida una M4 e ha altri modelli storici in garage) ha risposto ad alcune domande all’interno del magazine on-line della società così da far capire cosa aspettarsi nel prossimo futuro.

BMW M e le automobili elettriche, le parole di Dirk Häcker

Proprio ad agosto 2022 Häcker aveva già parlato del tema dell’elettrificazione della gamma di veicoli M in occasione dei 50 anni del marchio. Nell’intervista il dirigente ricorda che la società costruisce già modelli elettrici con i4 M50, iX M60 e i7 M70 (dal prossimo anno). Questo però sarà solo l’inizio e lo sviluppo sarà sempre più orientato su questa tematica.

bmw m

Häcker ha aggiunto che si inizierà dal mild hybrid e plug-in ma in futuro ci sarà spazio per automobili elettriche della linea BMW M. Il dirigente ha poi ricordato che il brand è passato da diversi cambiamenti. Per esempio dai motori aspirati a quelli turbo e dalla trazione posteriore a quella xDrive. In particolare sarà la dinamica del mezzo a essere al centro dello sviluppo.

“Prendere la dinamica, l’agilità e la precisione tipiche della M [ndr. il brand] che caratterizzano i nostri veicoli e sono amate dai nostri clienti in tutto il Mondo e costruirle nell’identità dei futuri modelli elettrificati. BMW M sa sfruttare appieno l’elettrificazione” ha dichiarato. Ovviamente dalle parole ai fatti bisognerà vedere cosa riuscirà a fare il produttore tedesco in proposito, considerando lo scetticismo diffuso quando si tratta di soluzioni ad alte prestazioni o votate al piacere di guida.

La dinamica del veicolo, guardando alla pista

In merito alla nuova automobile elettrica BMW M in fase di sviluppo, Häcker ha dichiarato che è stato impressionato dall’accelerazione (una situazione molto comune quando si prova un’auto elettrica), ma anche dalla dinamica in curva e dal controllo. La scelta è quella è poi quella di utilizzare un motore elettrico per ruota, sfruttando così la trazione integrale.

bmw elettrica

I quattro motori funzionano in maniera indipendente e dovrebbero permettere una dinamica precisa in risposta alle esigenze dell’utente grazie a un raffinato algoritmo di gestione (o almeno questo è il piano). Si parla anche di batterie: la loro tecnologia e gestione sarà più avanzata dei modelli attuali. Questo perché bisognerà gestire i picchi di assorbimento dei motori ma anche il recupero di energia. Del resto quello che vediamo ora è la seconda generazione di veicoli elettrici prototipali (basati su i4 M50) con lo sviluppo della prima generazione che è durato quasi cinque anni.

Uno degli obiettivi è poi che queste BMW M elettriche possano essere impiegate anche in pista senza far rimpiangere le versioni a combustione interna. Ma non solo. Häcker spera di riuscire a portare queste soluzioni fino a diventare competitive in gare di durata come la 24 ore del Nürburgring o Le Mans.

Idee regalo,
perch perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!


Source link