da Hardware Upgrade :

Meta ha annunciato che ripristiner gli account Facebook e Instagram di Donald Trump, l’ex Presidente degli Stati Uniti, sospesi da circa due anni. “Due anni fa, abbiamo agito in quelle che erano circostanze estreme e molto insolite. Abbiamo sospeso a tempo indeterminato gli account Facebook e Instagram dell’allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump in seguito alle sue lodi verso le persone coinvolte nella violenza in Campidoglio il 6 gennaio 2021″, ricorda Meta.

Tale decisione, oggetto di un dibattito che spacc l’opinione pubblica sul tema della libert di espressione e sul potere decisionale dei social, venne inviata per una valutazione all’Oversight Board, un organismo di esperti indipendenti creato per analizzare le decisioni di moderazione e le norme dei social della galassia Zuckerberg. Lo stesso organismo che, recentemente, ha chiesto a Meta di rivedere le norme sulla censura dei capezzoli.

L’Oversight Board conferm la decisione, ma ne critic la natura a tempo indeterminato e la mancanza di criteri chiari su quando e se gli account sospesi sarebbero stati ripristinati, invitando Meta a “una risposta pi proporzionata”. Cos Meta, nel giugno 2021, convert quella decisione dal tempo indeterminato a due anni, riservandosi di valutare se il rischio per la sicurezza pubblica fosse diminuito o meno.

“Abbiamo determinato che il rischio si sufficientemente ridotto e che dovremmo quindi rispettare la tempistica di due anni che abbiamo stabilito. Pertanto, nelle prossime settimane ripristineremo gli account Facebook e Instagram di Trump. Tuttavia, lo stiamo facendo con nuove misure di contenimento per scoraggiare la reiterazione dei reati”.

“Come qualsiasi altro utente di Facebook o Instagram, Trump soggetto ai nostri Community Standard. Alla luce delle sue violazioni, ora deve affrontare anche pene pi severe per i reati ripetuti, sanzioni che si applicheranno ad altri personaggi pubblici i cui account sono ripristinati da sospensioni legate a disordini civili ai sensi del nostro protocollo aggiornato. Nel caso in cui il signor Trump pubblichi ulteriori contenuti in violazione, il contenuto verr rimosso e sar sospeso per un periodo compreso tra un mese e due anni, a seconda della gravit della violazione”, afferma Meta.

Le norme di Facebook attuali interessano anche contenuti che delegittimano un’elezione o sono correlati a QAnon. “Potremmo limitare la distribuzione di tali post e, in casi ripetuti, limitare temporaneamente l’accesso ai nostri strumenti pubblicitari. [] Potremmo anche rimuovere il pulsante di ricondivisione da tali post e impedire che vengano consigliati o pubblicati come annunci. Nel caso in cui il signor Trump pubblichi contenuti che violano i Community Standard ma, in base alla nostra politica sui contenuti degni di nota, valutiamo che vi sia un interesse pubblico a sapere che il signor Trump ha rilasciato la dichiarazione che supera qualsiasi danno potenziale, potremmo analogamente scegliere di limitare la distribuzione di tali post ma lasciarli visibili sull’account di Mr. Trump“.

Lo sblocco degli account non significa quindi un “liberi tutti”, Trump come gli altri utenti dovr risponderne qualora usasse toni e modi impropri. Molte persone ritengono che i social dovrebbero rimuovere molti pi contenuti di quanto facciamo ora, altre sostengono che i social sono dei “prepotenti censori”. Pensare di creare norme che vadano bene al 100% della platea dei social un bel sogno, ma sempre di sogno si tratta.

Rimane da vedere se il tycoon torner a usare i suoi account. Sbloccato da Elon Musk su Twitter dopo un sondaggio popolare, Trump non mai tornato – fino a questo momento almeno – a twittare. Un commento su questo sviluppo arrivato dall’ex Presidente tramiteTruth Social.

“Facebook, che ha perso miliardi di dollari di valore da quando ha buttato fuori dalla piattaforma il vostro Presidente preferito, ha appena annunciato che hanno ripristinato il mio account. Grazie a voi, utenti di Truth Social, per aver fatto un lavoro cos incredibile”.

Truth Social, la piattaforma creata dall’ex Presidente per comunicare con la propria base elettorale, online dal febbraio dello scorso anno. Attualmente Trump conta oltre 4,5 milioni di follower su Truth Social rispetto ai quasi 34 milioni di Facebook e 90 milioni di Twitter prima delle sospensioni.

Source link