EA AntiCheat (EAAC), una tecnologia contro gli imbroglioni in FIFA 23 per PC

da Hardware Upgrade :

Electronic Arts e FIFA 23 come Activision Blizzard e Call of Duty: anche l’edizione PC del famoso gioco di calcio accoglierà, da questo autunno, una soluzione anti-cheat progettata per impedire di barare durante le partite.

EA AntiCheat (EAAC) è un anti-cheat kernel-mode e una soluzione anti-tamper sviluppata internamente a Electronic Arts. Gli sviluppatori di cheat per PC si sono insinuati sempre di più nel kernel, quindi dobbiamo avere protezioni kernel-mode per garantire un gioco leale e affrontare gli sviluppatori di cheat per PC su un terreno di gioco identico”.

La software house ha spiegato di aver sviluppato EAAC internamente sia per proteggere la privacy che la sicurezza degli utenti, ma al tempo stesso anche per avere maggiore controllo sull’evoluzione della tecnologia e risolvere potenziali problemi non appena emergono.

“Per i giochi altamente competitivi e con molte modalità online come FIFA 23, la protezione kernel-mode è assolutamente vitale. Quando i cheat operano nello spazio del kernel, possono rendere i loro cheat funzionalmente invisibili alle soluzioni anti-cheat che lavorano in user-mode. Sfortunatamente, negli ultimi anni si è assistito a un grande aumento di cheat e di tecniche che operano in modalità kernel, quindi l’unico modo affidabile per rilevarle e bloccarle è che il nostro anti-cheat funzioni anche lì“.

“Con FIFA 23 vedremo nuove ed entusiasmanti funzionalità di cross-play. Oltre a EAAC che protegge i giocatori PC dagli imbroglioni, anche i nostri giocatori su console che si confronteranno con gli avversari PC saranno protetti dagli imbroglioni che operano su PC”.

EA ha assicurato che l’implementazione della tecnologia non interesserà tutti i giochi, ma la decisione verrà presa in base al tipo di progetto e in accordo con gli sviluppatori del titolo. “”Per i titoli solo single-player o per quelli senza classifiche competitive, il panorama dei cheat è diverso. A seconda del titolo e del tipo di gioco, potremmo implementare altre tecnologie anti-cheat o addirittura rinunciare del tutto a sfruttare la tecnologia anti-cheat in alcuni casi, optando per progettare il gioco in modo che sia resiliente contro determinati tipi di cheat”.

EA assicura che EACC non impatterà sul gameplay: dopo una serie di test interni e indipendenti, la società è sicura che si tratti di una tecnologia performante e molto leggera. “Avrà un impatto trascurabile sul vostro gameplay”, si legge nel comunicato stampa diffuso. Ai posteri l’ardua sentenza.

Inoltre, la protezione funzionerà solo all’avvio dei giochi e tutti i processi anti-cheat si interromperanno uscendo dal titolo. La rimozione del gioco comporterà la rimozione di EAAC, ma EA assicura che la tecnologia si potrà disinstallare manualmente in qualsiasi momento. Rimuoverla in presenza di un gioco che la richiede, ovviamente, comporterà l’impossibilità di giocare a quel titolo.


Source link