Eolico offshore, i Paesi del Nord Europa firmano per l’indipendenza energetica

da Hardware Upgrade :

L’Europa spinge in direzione delle energie rinnovabili, e in tempi recenti sono diversi gli impianti fotovoltaici ed eolici di dimensioni importanti entrati in funzione. In particolare sembra che la parte del leone la stia facendo l’eolico in mare, altrimenti detto offshore, con grandi progetti gi attivi ed altri in fase avanzata di realizzazione.

Ed proprio per questo che i Paesi del NSEC (North Seas Energy Cooperation), hanno scelto di siglare un accordo, non vincolante, per l’impegno in un ulteriore sviluppo di questa fonte rinnovabile di energia, che possa avvicinare i partecipanti all’indipendenza energetica, soprattutto svincolandosi dal gas russo.

NSEC

Belgio, Irlanda, Danimarca, Francia, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia hanno messo per iscritto l’impegno durante un incontro a Dublino, per arrivare a una potenza installata di 260 GW di eolico offshore entro il 2050.

Ovviamente si punta a raggiungere il traguardo per tappe. Bisogner innanzitutto raggiungere 76 GW entro il 2030, per poi passare a 193 GW entro il 2040, ed infine appunto a 260 GW nel 2050. Obiettivi tutt’altro che scontati, vista la crisi delle materie prime, che sta colpendo anche i produttori di turbine eoliche. Per velocizzare il passaggio l’Europa dovr pi che raddoppiare la forza lavoro impegnata, da circa 77.000 persone a circa 200.000, mettendo sul piatto almeno 6,5 miliardi di euro.



Source link