F1 22: prova gratuita disponibile nel fine settimana

da Hardware Upgrade :

Codemasters ed Electronic Arts hanno annunciato un weekend di gioco gratuito a F1 22 per celebrare l’imminente Gran Premio degli Stati Uniti. Per l’occasione, il pilota della McLaren Daniel Ricciardo entra nel gioco di simulazione e offre ai giocatori una divertente guida su “Come affrontare il Circuito delle Americhe”. Una serie di oggetti di gioco ispirati agli Stati Uniti saranno disponibili gratuitamente e durante il fine settimana sar attiva una promozione speciale per chi desidera acquistare il gioco.


Il titolo sar disponibile come prova gratuita su PlayStation 4 e PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X|S e PC (Steam). I nuovi giocatori potranno verificare le promozioni speciali offerte dai rivenditori delle piattaforme e tutti i progressi di gioco saranno salvati durante la prova.




I contenuti gratuiti ispirati agli Stati Uniti, inoltre, sono disponibili anche tramite la posta di gioco come parte dei festeggiamenti per il weekend di gara. Fino al 7 novembre, tutti i giocatori che effettueranno il login riceveranno una livrea a stelle e strisce, un casco, una tuta da gara e dei guanti, oltre alla celebrazione del podio The Griddy per tutti i piloti creati dai giocatori.


Lo scorso 11 ottobre Codemasters ha introdotto in F1 22 anche la stagione 2022 del campionato di Formula 2. I giocatori possono ora schierarsi sulla griglia di partenza per una stagione di 14 gare, compresa la F2 Sprint, gareggiando contro Logan Sargeant, Jack Doohan e il campione recentemente incoronato, Felipe Drugovich.


La popolare modalit My Team di F1 22, inoltre, si arricchisce a sorpresa il 17 ottobre con Mika Hkkinen come ultima icona del gioco. Il “finlandese volante” ha vinto due volte il Campionato del Mondo nel 1998 e nel 1999 ed stato uno dei piloti pi rispettati della sua generazione. I giocatori della Champions Edition potranno riaccendere vecchie rivalit gareggiando contro altre Icone del gioco, tra cui Michael Schumacher.




Non perdetevi la recensione di F1 22.



Source link