Facebook dà lezioni al bar su come si protegge la privacy online


A Londra apriranno due Facebook Cafe, ossia due bar temporanei dove si potrà gustare un espresso e al contempo imparare come mettere il lucchetto alle proprie informazioni sul social network

Facebook cafe
(Foto: Facebook)

Una recente indagine ha svelato che un quarto degli inglesi (il 27% per la precisione) non ha la minima idea di come personalizzare e configurare le impostazioni della privacy su Facebook tralasciando, di fatto, qualsiasi protezione delle proprie informazioni.

Un dato preoccupante, ma non è una sorpresa perché è ben noto che moltissimi utenti utilizzino i social network senza curarsi troppo dei dati che condividono. Una leggerezza imperdonabile, visti i recenti scandali che hanno coinvolto Facebook. Il social network, che ha condiviso con app “amiche” informazioni sensibili sui suoi iscritti, solo di recente ha ammesso di aver fatto ascoltare le conversazioni su Messenger ad appaltatori esterni. L’ultimo di una serie di gravi infortuni sul tema privacy.

Per questo motivo la divisione inglese di Facebook ha deciso di allestire alcuni pop-up cafè, ossia bar ad apertura temporanea, a Londra, dal 28 agosto al 5 settembre, per insegnare agli avventori come gestire la protezione dei propri dati online. Gli avventori potranno gustarsi un caffè gratis e al contempo controllare le proprie impostazioni sulla privacy andandole a regolare come vorrebbero, ben consci di ciò che viene condiviso e con chi.

Saranno due i bar allestiti, il primo sarà The Attendant presso Great Eastern Street e Takk presso Tariff Street. Interpellato da Mashable, Steve Hatch, vicepresidente della piattaforma per l’area nord Europa, ha commentato: “È normale preoccuparsi di chi può vedere cosa condividiamo sui social media, ma non tutti sanno come fare. Per questo motivo abbiamo reso la personalizzazione della privacy veloce e semplice”. Vedremo gli effetti delle lezioni al bar.

Potrebbe interessarti anche





Source link