da Hardware Upgrade :

Dopo i fallimenti degli scorsi mesi, Firefly Aerospace è riuscita finalmente a lanciare in orbita (con successo) un carico utile grazie al razzo spaziale Alpha. Si tratta di un momento importante perché amplia le possibilità per gli Stati Uniti di lanciare in orbita carichi utili utilizzando diversi vettori commerciali dando un’ulteriore spinta all’economia legata allo Spazio, che sta diventando sempre più importante e redditizia.

Come ricordato, con il successo di questa missione, questa società è la prima a lanciare e raggiungere l’orbita dal suolo statunitense al suo secondo tentativo. Inoltre si tratta della prima e attualmente unica società statunitense ad avere un razzo spaziale pronto per il lancio in grado di portare in orbita un carico utile fino a 1300 kg. Ecco quello che è successo.

Firefly Aerospace e il lancio in orbita del razzo Alpha

Il lancio è avvenuto l’1 ottobre (quando in Italia erano circa le 9:00 di mattina) dalla base statunitense di Vandenberg e in particolare dallo Space Launch Complex 2. Questo lanciatore ha consentito di far raggiungere l’orbita al carico utile, composto da tre Cubesat, in circa 8 minuti dalla partenza completando con successo la missione che gli era stata assegnata e segnando un momento storico per Firefly Aerospace. La missione “to the black” ha portato in orbita i satelliti a una quota di 300 chilometri inclinata di 137°.

firefly

Bill Weber (CEO della società) ha dichiarato “con il successo di questo volo, Firefly ha annunciato al Mondo che esiste un nuovo veicolo di lancio orbitale, disponibile oggi, con una capacità fondamentale per i nostri clienti commerciali e governativi. Dimostrare le nostre capacità di volo e rilascio solo al nostro secondo tentativo è una testimonianza della maturità della nostra tecnologia e dell’esperienza del nostro team. Questa è una giornata emozionante in Firefly e ne abbiamo molte, molte altre in vista. Non potrei essere più eccitato per il team Firefly”.

razzo spaziale

Una delle caratteristiche principali del razzo spaziale Alpha FLTA002 è che è a basso costo operativo pur non essendo riutilizzabile e venendo realizzato in materiale composito. Infatti i motori utilizzano ossigeno liquido e RP-1 (cherosene) facilmente disponibili (anche se più inquinanti di idrogeno o metano). Per quanto riguarda invece l’avionica, compresi i computer di volo e comunicazione, troviamo componenti non disegnati “ad hoc” per Alpha ma Commercial Off-the-Shelf (COTS) così da ridurre i costi. Alla base troviamo quattro motori Reaver 1 mentre nello stadio superiore c’è un motore Lightning 1. Le dimensioni sono pari a 29,48 x 1,8 metri di diametro con fairing da 2 metri.

firefly

Firefly Aerospace aveva già tentato di lanciare Alpha FLTA002 l’11 settembre ma un problema tecnico legato alla pressurizzazione dei serbatoi del secondo stadio con elio aveva fatto terminare anzitempo il conto alla rovescia e bloccato il lancio. Il 12 settembre invece è stato il maltempo a bloccare la partenza del razzo. Un terzo tentativo è stato fatto il 30 settembre ma, dopo una breve accensione dei motori, il razzo non è riuscito a decollare (pur non riportando danni). Le prospettive future di Firefly Aerospace indicano come la società dovrebbe lanciare Alpha 3 (con carico utile della NASA) nelle prossime settimane mentre nel 2023 dovrebbero essere 6 i lanci complessivi e 12 nel 2024.




21

per una velocissima micro
SD SanDisk Extreme

da 128GB! In offerta
ora su Amazon,
va a 190MB/s. Non cercate altro: ci sono modelli che costano
solo 1 o 2 in meno e vanno la met, non un vero risparmio! Oggi
la micro SD da comprare
questa.

Idee regalo,
perch perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!


Source link