da Hardware Upgrade :

In epoca recente Geely, colosso cinese dell’auto, ha messo le mani su nomi storici e importanti del mercato. Basti pensare a Volvo, insospettabilmente ormai cinese, e di conseguenza anche il brand spin-off Polestar. Anche una casa di lusso come Lotus è saldamente in mano a Geely, e non a caso si avvia verso un futuro elettrico e fatto di auto drasticamente diverse dalla sua storia passata.

Più di recente Geely ha acquisito anche il controllo di Smart (portando anche qui a un grosso cambiamento, con il primo SUV elettrico) ed oggi aggiunge un altro tassello, con una quota di partecipazione in Aston Martin.

Aston Martin Valhalla

Questa volta Geely è entrata in punta di piedi, partecipando ad un fondo che ha messo sul piatto un totale di 654 milioni di sterline. Nel fondo partecipano altri nomi importanti, come Mercedes. Il fondo ha acquisito il 18,7%, ed una parte importante è in capo a Geely, che ottiene il 7,6%. L’exucutive chairman Lawrence Stroll ha ufficialmente dato il benvenuto ai nuovi investitori.

È possibile che l’ingresso di Geely possa accelerare l’elettrificazione anche di Aston Martin. È evidente come l’azienda cinese punti all’elettrico per tutti i brand gestiti, e lo storico marchio inglese potrebbe subire la stessa sorte. In realtà ci sono già piani di elettrificazione, con la supercar Valhalla che dovrebbe essere la prima plug-in, ma solo nel 2024. Un’elettrica al 100% dovrebbe fargli seguito nel 2025, mentre dal 2026 ogni nuovo modello avrebbe l’opzione di una versione elettrificata. Geely potrebbe spingere per eliminare il fattore “opzione”, puntando invece a una data oltre la quale i nuovi modelli siano solo ed esclusivamente elettrici.



Source link