Giappone, il ministro per il digitale dichiara guerra ai floppy disk

da Hardware Upgrade :

Sembra una barzelletta, ma è tutto vero. Il ministro per il digitale del Giappone, Taro Kono, ha dichiarato “guerra” al floppy disk. Il famoso dischetto, in disuso da oltre un decennio, è tra i nemici giurati del ministro, insieme al fax e altre soluzioni vetuste (come il timbro hanko) che la burocrazia del Sol Levante impone ha chi ha rapporti con la Pubblica Amministrazione.

Come spesso avviene anche in Italia, l’annuncio del ministro è arrivato via social, su Twitter, dove si è lamentato del fatto che un esame delle leggi esistenti ha rilevato circa 1.900 disposizioni che richiedono l’uso di supporti di archiviazione obsoleti, cioè supporti come floppy disk, CD e persino mini disk. Un controsenso in un paese tecnologicamente avanzato e all’avanguardia.

Rivedremo rapidamente queste pratiche“, ha detto Kono in una conferenza stampa, forte del pieno sostegno del primo ministro Fumio Kishida. “Dove si compra un floppy disk di questi tempi?” ha aggiunto, forse memore del fatto che Sony ha posto fine alla vendita dei floppy nell’ormai lontano 2011. “Sto cercando di sbarazzarmi del fax e ho ancora intenzione di farlo”, ha chiosato Kono.

Ostacoli di carattere legale stanno rendendo difficile l’adozione di tecnologie moderne come il cloud all’interno dell’apparato burocratico nipponico, ma una task force presenterà un piano d’azione entro la fine dell’anno. Il Giappone non è comunque l’unica nazione ad aver tagliato i ponti con floppy disk solo “di recente”, basti ricordare che l’esercito USA usava fino al 2019 i dischetti per un sistema di controllo dell’arsenale nucleare.



Source link