Seleziona una pagina

da Hardware Upgrade :

Ci aveva convinto già lo scorso dicembre, in occasione di un evento stampa in cui abbiamo potuto provarlo in presenza del suo director. Granblue Fantasy: Relink ha poi confermato la sua bontà qualitativa in fase di recensione, quando abbiamo potuto provarlo in maniera approfondita su PlayStation 5. A pochi giorni dal lancio globale, l’action RPG di Cygames si è già rivelato un successo per lo studio giapponese, a giudicare dai primi numeri raccolti.

In particolare, sembra che Relink abbia avuto un ottimo debutto su PC. Stando ai dati di SteamDB, è tra i giochi più venduti nel marketplace di Valve – ed è secondo solo a Palworld.

Granblue Fantasy: Relink è già top-seller su Steam

Secondo i numeri raccolti da SteamDB nelle scorse ore, Granblue Fantasy: Relink è stato giocato da più di 100 mila persone. Per la precisione, il ‘picco’ di utenti connessi contemporaneamente su Steam equivale a 114.054 giocatori (4 febbraio), un numero decisamente importante se si considera che Relink è il primo grande progetto tripla-A sviluppato da Cygames.

Cosa più importante, oltre ad occupare la prima posizione nella classifica relativa ai ‘Trending Games’, Relink è anche il secondo gioco ‘top-seller’ su Steam.

La classifica attuale dei giochi più venduti vede al primo posto un gioco di cui si è discusso parecchio in questi giorni: Palworld. Solo quattro giorni fa vi parlavamo dell’incredibile record di vendite infranto dal gioco indie ispirato al mondo dei Pokémon: più di 12 milioni di copie su Steam e ben 7 milioni di utenti su Xbox Game Pass. A tal proposito, Microsoft ha recentemente annunciato di aver stretto una collaborazione con lo sviluppatore Pocketpair per fornire supporto per le versioni Xbox del gioco, abilitando server dedicati e offrendo risorse tecniche.

Tornando a Granblue Fantasy: Relink, nella nostra recensione abbiamo elogiato la grande varietà che contraddistingue il gameplay e, in particolare, il suo roster di eroi. La produzione di Cygames eccelle anche sul fronte sonoro, con la sua epica soundtrack che vede il contributo del compositore Nobuo Uematsu (Final Fantasy) e con l’eccellente doppiaggio. Meno entusiasmanti il comparto narrativo e quello grafico, che mette in evidenza i limiti della produzione cross-gen.

Source link