Seleziona una pagina

da Hardware Upgrade :

A scapito di quanto ci si potesse aspettare, Helldivers 2 sta guadagnando una notevole popolarità tra la community dei videogiocatori. A differenza di grandi nomi che esplodono nelle prime giornate di lancio, per poi vedere i numeri decrescere, Helldivers 2 sta seguendo il percorso diametralmente opposto: dopo aver superato Palworld nella classifica settimanale di Steam, ieri sera ha raggiunto un picco di utenti connessi di 196.089 giocatori contemporaneamente.

Helldivers 2 è uno sparatutto in terza persona cooperativo nel quale il giocatore veste i panni di un Helldiver, appunto, chiamato a difendere il proprio pianeta natale, la Super Terra, da una minaccia aliena. Il gioco è fortemente orientato alla cooperazione tra i quattro membri del gruppo che devono selezionare ponderatamente il loro equipaggiamento per generare la giusta combinazione. Un titolo che mescola azione, strategia e coordinazione e che è stato definito come “la migliore esperienza cooperativa di Arrowhead“.

Il gioco sta interessando molto gli appassionati dei titoli co-op perché esprime una grande profondità. I giocatori devono liberare pianeta dopo pianeta e un sistema dopo l’altro per portare la libertà in tutta la galassia. I sistemi stellari attorno alla Super Terra, infatti, sono assediati sia da insetti che da macchine. Per ciascuno di questi pianeti, la squadra deve affrontare sfide uniche e numerose operazioni con un diverso livello di rischio. Man mano che i giocatori dimostrano le proprie abilità nelle schermaglie più triviali, ottengono il diritto di affrontare incursioni più pericolose, in cui le ricompense per la squadra saranno sempre migliori.

Certo, il gioco può contare sul supporto di un grande publisher qual è Sony, ma si tratta di un game-as-a-service atto a sperimentare la strategia scelta da Sony di rilasciare i suoi cosiddetti “gaas” in contemporanea su PC e PlayStation. Una strategia che indubbiamente sta ripagando.

È innegabile, però, che dietro ci sia un ottimo lavoro svolto dai ragazzi di Arrowhead Game Studios, i quali pochi giorni fa hanno spiegato che lo sviluppo ha richiesto quasi otto anni di lavoro. Un impegno che è stato ripagato e, proprio nelle scorse ore, ha consentito alla software house di ampliare la capienza dei server, prima limitata a 360.000 giocatori.

Peraltro, insieme all’ampliamento dell’infrastruttura, ieri i giocatori PC hanno ricevuto la patch 1.000.005 che snellisce il processo di autenticazione oltre a risolvere alcuni bug relativi al sistema di progressione e delle ricompense. Infine, una patch di Proton Hotfix ha risolto un problema di compatibilità con Steam Deck.

Source link