da Hardware Upgrade :

Nell’edizione 2022 MateBook X Pro si rinnova

Nella gamma di notebook che Huawei propone sul mercato quella MateBook X Pro rappresenta la proposta di fascia più alta, pensata in modo specifico per venire incontro alle necessità degli utenti professionali e da chi non vuole scendere a compromessi quanto a caratteristiche tecniche. Tutto questo senza però venire meno a dimensioni compatte che ne facilitano il trasporto in ogni ambiente, rendendolo un prodotto ideale per chi spesso lavora lontano da una scrivania e vuole uno strumento leggero.

Nella declinazione 2022, annunciata dall’azienda in concomitanza con l’IFA di Berlino, Matebook X Pro presenta una netta evoluzione delle sue specifiche tecniche andando oltre il semplice aggiornamento del processore. Troviamo infatti un nuovo display dalla diagonale leggermente aumentata, che passa dai precedenti 13,9 agli attuali 14,2 pollici, con una risoluzione che aumenta sino a 3.120×2.080 pixel mantenendo il rapporto di 3:2 tra i lati guadagnando una frequenza di refresh che si spinge sino a 90Hz.

[HWUVIDEO=”3289″]Huawei Matebook X Pro 2022[/HWUVIDEO]

Cambia anche la piattaforma sottostante, che rimane sempre a base Intel: dalla precedente CPU Core di 11-esima generazione passiamo ora a quella Core i7-1260P della famiglia Alder Lake, dotata quindi di architettura ibrida che affianca core Performance a più elevate prestazioni a quelli Efficient che massimizzano l’efficienza energetica durante il funzionamento. 16GB di memoria di sistema e un SSD da 1TB completano la dotazione hardware di questo notebook.

















Modello

Huawei Matebook X Pro 2022
schermo 14,2 pollici, non touch
risoluzione 3120×2080
rapporto 3:2, DCI-P3 99%
90Hz refresh, Vesa HDR 400
CPU Intel Core i7-1260P
GPU Intel Iris Xe Graphics
Memoria di sistema 16GB LPDDR5
Storage SSD 1TB
Porte connessione 2 Thunderbolt 4
2 USB Type-C
1 jack 3,5mm
Bluetooth 5.2
Batteria 60Wh
Alimentatore 90W USB TYpe-C
O.S. Windows 11 Home
Wi-Fi Wi-Fi 6E 802.11ax
Fotocamera HD 720p
Peso 1,26Kg
Dimensioni 310mm x 221mm x 15,6mm

Nel confronto con il predecessore Matebook X Pro dell’anno 2021 il nuovo arrivato ripropone lo stesso chassis metallico che lo accomuna con buona parte della gamma di notebook MateBook di Huawei. Il corpo è costruito con una lega di magnesio che permette di contenere il peso in 1,26Kg complessivi, mentre un trattamento della superficie di tipo Micro-Arc Oxidation riduce il rischio di corrosione fornendo una protezione contro l’acqua

Con questo notebook Huawei ha scelto di abbandonare le porte USB Type-A integrando solo quelle Type-C: ne troviamo 2 sul lato destro, mentre su quello sinistro sono presenti altre due porte Thunderbolt 4. Manca un connettore HDMI per uno schermo secondario ma a questo supplisce proprio la connessione Thunderbolt 4, ovviamente dotandosi di uno schermo compatibile. Quale alternativa è sempre possibile utilizzare una piccola docking station esterna collegata via porta USB Type-C, con la quale poter collegare uno schermo secondario oltre a periferiche basate su connessione USB Type-A. Nella confezione del notebook trova posto un piccolo cavo adattatore da USB Type-C a USB Type-A, così da mantenere compatibilità con periferiche basate su questa interfaccia.

La tastiera è basata su tasti con corsa di 1,5 millimetri, valore incrementato rispetto agli 1,2 millimetri del modello 2021; il touchpad mantiene le importanti dimensioni del modello 2021 venendo però integrato nelle sue funzionalità da 8 differenti gestire fisse alle quali corrispondono specifici comandi. Huawei ha introdotto importanti modifiche anche al comparto audio: dai precedenti 4 altoparlanti ne troviamo ora 6, affiancati da 4 microfoni che si rivelano essere molto utili per le funzionalità legate alle videoconferenze. Il pulsante di accensione integra un sensore di impronte digitali, con il quale potersi autenticare al sistema operativo via tecnologia Windows Hello.

Nella tastiera, non troviamo integrata la webcam: questo componente è posizionato in modo classico nella cornice superiore dello schermo ed ha una risoluzione di 720p, adeguata per gestire videoconferenze.

Una volta rimosso il guscio inferiore abbiamo accesso ai componenti interni: spicca il sistema di raffreddamento a doppia ventola, che si è rivelato essere particolarmente silenzioso anche a pieno carico con un valore rilevato di 40dB a 15cm dalla tastiera sfruttando la CPU al massimo delle due capacità.

Huawei ha implementato una modalità high performance per il processore Intel Core, riservando un TDP di 30 Watt che permette al processore Core i7-1260P di ottenere qualcosa di più rispetto alle impostazioni di serie. Il pannello di controllo permette di selezionare le modalità Performance e Balance, alle quali corrispondono profili di funzionamento leggermente differenti tra di loro.

Notiamo come la potenza complessiva del processore si stabilizzi tra 40 Watt e 45 Watt in modalità Performance, scendendo attorno ai 35 Watt in quella Balanced: ne deriva una differenza ridotta quanto a prestazioni, con una frequenza di clock leggermente più elevata in modalità Performance (circa 2,4GHz a pieno carico contro 2,2GHz) che si ripercuote anche sulla temperatura del processore. Negli ultimi due grafici sono riportati i valori per i P-Core e per gli E-Core: il dato di temperatura più elevato è di circa 75°, valore che conferma la buona gestione termica del sistema di raffreddamento che riesce anche ad operare con notevole silenziosità.

Lo chassis in lega di magnesio non evidenzia alcun problema di surriscaldamento superficiale: le temperature rilevate tanto per la parte superiore come per quella inferiore sono nel complesso contenute e non tali da creare alcun tipo di problema di funzionamento o disagio nel contatto con il notebook.

Prestazioni sempre valide per la produttività personale

Il processore Intel Core i7-1260P è una soluzione che viene utilizzata in molti notebook sottili presenti sul mercato. Basato su architettura Alder Lake, abbina 4 core di tipo Performance a 8 di tipo Efficient. Ha una frequenza di clock massima, via tecnologia Turbo, che tocca i 4,7GHz per un singolo core Performance, integra 18MB di cache e ha un TDP di default pari a 28 Watt con la possibilità di spingersi sino a 64 Watt quale potenza massima via tecnologia Turbo.

Le prestazioni di cui è capace Huawei MateBook X Pro 2022 sono allineate a quelle degli altri notebook sottili basati su questo processore che abbiamo provato in precedenza su queste pagine. Come già segnalato in precedenza, spicca la capacità di questo notebook di mantenere un funzionamento complessivamente molto silenzioso, grazie all’utilizzo di due distinte ventole che non necessitano di ruotare a velocità elevata per smaltire il calore generato dalla CPU anche a pieno carico. Nel complesso la potenza di calcolo messa a disposizione da questo notebook permette di districarsi al meglio con le tipiche applicazioni di produttività personale, mantenendo una elevata fluidità nell’uso quotidiano.

L’SSD integrato in questo notebook ha una capacità di 1TB, più che adeguata per la maggior parte degli utilizzi; è dotato di interfaccia PCI Express 3.0 e ha fatto registrare dati di velocità di lettura sequenziale di circa 3,5GB/s, con un valore di poco meno di 3 GB/s in scrittura sequenziale. Il comportamento è quindi allineato a quello delle migliori proposte con questo tipo di interfaccia ed è tale da assicurare, in abbinamento con il processore Intel Core i7-1260P, una risposta di MateBook X Pro 2022 sempre pronta e tempestiva ai vari comandi e all’apertura delle applicazioni.

Matebook X Pro 2022 sfrutta la GPU integrata nel processore Intel Core i7-1260P, unità che come abbiamo visto in altre analisi di PC portatili compatti permette di togliersi qualche soddisfazione anche con il gaming a condizione di impostare una risoluzione non particolarmente spinta. Con quella di 1280×720 pixel i frames al secondo medi si sono mantenuti su valori in grado di assicurare una buona giocabilità complessiva: è quindi possibile usare questo notebook no solo per la produttività personale e per il lavoro ma anche per intrattenersi con i videogiochi, a condizione di bilanciare una adeguata impostazione qualitativa così da mantenere gli fps su una soglia adeguata.

Passando alla risoluzione di 1920×1080 pixel il quadro si complica per la GPU integrata: i frames al secondo medi calano allontanandosi da una soglia di giocabilità adeguata, soprattutto con le impostazioni qualitative più spinte. Come già visto con la totalità dei notebook compatti dotati di sola GPU integrata è consigliabile impostare una risoluzione più contenuta come quella di 1280×720 pixel, così da beneficare di fps più alti e garantirsi in questo modo una superiore fluidità nelle scene 3D.

Tutto come da programma per quanto riguarda la velocità di trasmissione dati delle porte USB Type-C e della scheda di rete WiFi 6 integrata; i valori ottenuti sono allineati a quelli degli altri notebook dalle simili specifiche provati in precedenza.

Huawei MateBook X Pro 2022 integra al proprio interno una batteria da 60Wh di capacità, quantitativo che non sembra permettere a questo notebook di ottenere tempi di autonomia con funzionamento lontano dalla presa della corrente che siano molto lunghi. Alla luce di quello che abbiamo rilevato con le nostre analisi non è possibile arrivare a fine giornata con una sola carica ma è indispensabile ricorrere all’alimentatore fornito in dotazione, una unità da 90 Watt basata su interfaccia USB Type-C che grazie alla sua potenza garantisce dei tempi di ricarica nel complesso contenuti.

Uno schermo particolare e di qualità

Il portatile Huawei Matebook X Pro 2022 monta un pannello da 14,2 pollici di tipo LTPS con risoluzione nativa di 3120×2080 pixel e una definizione conseguente di 264 pixel per pollice; il rapporto, come segnalato, è quello 3:2 a premiare la produttività personale. La prova al colorimetro mostra una resa molto valida, a cominciare dalla buona neutralità della scala di grigi e dall’eccellente progressione tonale, con il punto di luminanza massima di oltre 550 candele su metro quadro e rapporto di contrasto nativo di 1300:1.

Bilanciamento RGB
Bilanciamento RGB

Curva di Gamma
Curva di gamma

Gamut
Gamut

DeltaE
DeltaE

Molto buono il dominio cromatico, con un gamut rilevato che va a coprire quasi interamente lo spazio colore DCI-P3, e anche con una discreta precisione dei primari e complementari. Indagando ulteriormente la precisione dei colori, vediamo che la prova con i campioni Gretag mostra un DeltaE medio pari a 1,45, decretando quindi una fedeltà complessiva molto buona: sono pochi i campioni che si spingono vicino e oltre DeltaE 3, ma che non pregiudicano il valido comportamento generale del display. Nel complesso quindi un pannello molto valido, che spicca sia per risoluzione e rapport tra i lati sia per la fedeltà cromatica di cui è capace.

Un notebook bilanciato: lo schermo è il punto di forza

Nella versione 2022 Matebook X Pro introduce alcune significative modifiche che non ne trasformano l’anima ma lo rendono ancora più affinato di quanto già non fosse. Questo notebook è pensato per coloro che ricercano una macchina facilmente trasportabile ma al contempo potente, in grado di far fronte a un po’ tutte le differenti necessità di utilizzo giornaliere tanto nel lavoro come nella produttività personale.

Riesce in questo intento grazie ad una costruzione solida e curata, con uno chassis molto robusto e una combo tastiera più touchpad che funzionano molto bene; quest’ultimo componente è poi forte di una serie di 8 gesture custom che ne incrementano la produttività. La dotazione hardware, forte della certificazione Intel EVO, è molto valida: la CPU Intel Core i7-1260P è una delle migliori scelte attualmente disponibili per notebook sottili di questo tipo, mentre 16GB di memoria di sistema e SSD da 1TB assicurano una risposta sempre pronta anche con molte applicazioni aperte contemporaneamente.

Il punto di forza di questo notebook è indubbiamente lo schermo, una unità da 14,2 pollici con risoluzione molto elevata e soprattutto rapporto 3:2 tra i due lati, una scelta ideale nell’ottica di garantire la massima produttività personale possibile. Le nostre analisi strumentali ne hanno evidenziato le qualità complessive: è uno schermo adatto all’utilizzo tipico di questo notebook, quello di uno strumento di lavoro da utilizzare tutto il giorno, ma si trova molto bene anche con quelle applicazioni che richiedono una elevata fedeltà cromatica. Se si dovesse trovare un punto debole è l’autonomia di funzionamento con batteria, non particolarmente elevata; sono probabilmente le caratteristiche dello schermo con a sua risoluzione molto elevata a incidere negativamente su questo aspetto

Huawei, come noto, è produttore impegnato in diversi settori del mondo informatico e dei dispositivi; per questo motivo l’azienda ha sviluppato Super Device, nome dietro al quale si celano una serie di tecnologie che permettono a diversi componenti dell’ecosistema Huawei di dialogare tra di loro in modo indipendente condividendo dati e funzionalità in modo trasparente lato utente. Questo permette all’utilizzatore di beneficiare di una serie di modalità di utilizzo dei propri device che ne incrementano la produttività, soprattutto pensando alla condivisione tra notebook e smartphone. Un esempio di questo è la possibilità di spostare file da smartphone a notebook, e viceversa, semplicemente trascinandoli da un device all’altro: in questo modo sarà più semplice, con il PC, editarne il contenuto così che possa venir trasferito in un momento nello smartphone.

Super Device permette anche di gestire la collaborazione tra differenti dispositivi permettendo di eseguire applicazioni pensate per uno, ad esempio lo smartphone, direttamente sull’altro (il notebook). Altra funzionalità presente è quella che permette di usare il tablet Huawei come una vera e propria lavagna per disegnare sul proprio notebook: in questo modo le due periferiche hardware vengono utilizzate in contemporanea per la creazione di un contenuto.

[HWUVIDEO=”3289″]Huawei Matebook X Pro 2022[/HWUVIDEO]

MateBook X Pro viene proposto da Huawei ad un prezzo di 2.199€ IVA inclusa nella configurazione qui analizzata, con 16GB di memoria di sistema e 1TB di SSD. Come già fatto da Huawei con altri prodotti del proprio catalogo, sono in corso delle promozioni specifiche che permettono di abbinare alcuni accessori ad un prezzo scontato. Per il mouse Huawei Wireless l’abbinamento permette di portare il prezzo a 19,90€ dagli originali 59,99€, mentre per lo zaino abbinato il prezzo scende da 99,99€ a 29,90€. Ma ben più interessante è l’offerta sul monitor Huawei Mateview, che con un costo addizionale di soli 1,99€ contro un listino di 649,90€ può essere acquistato assieme al notebook: è un modello da 28,2 pollici di diagonale con risoluzione 3840×2560 pixel con rapporto 3:2 tra i lati e pannello IPS. Inoltre, inserendo in fase d’acquisto il codice AXPRO2022100 si ha diritto a uno sconto di 100€. Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Huawei, a questo indirizzo.

Source link