Ifa 2019, Amazon rende più smart la sua chiavetta Fire Tv Stick


Il dongle ora compatibile con la risoluzione 4K, permette di gestire facilmente i contenuti video di tutti i principali servizi streaming con l’integrazione dei comandi vocali di Alexa.

Berlino – Amazon rinnova la sua “chiavetta” per la tv alzando sia la qualità del prodotto che gli obiettivi strategici. La nuova Fire Stick 4K infatti non solo è stata riprogettata dal punto di vista hardware e software per offrire un’esperienza d’uso ancor più ricca e completa, ma rappresenta anche la testa d’ariete del colosso del web per entrare nelle case di milioni di persone.

Dal punto di vista tecnico il dispositivo di Amazon serve, come noto, per effettuare lo streaming dei principali servizi video, che adesso supporta nativamente la risoluzione 4K (3840 x 2160). L’oggetto funziona come una specie di decoder smart che si collega direttamente alla porta hdmi del televisore e che permette all’utente di gestire in modo semplice e intuitivo una serie di applicazioni.

Il merito è anche del telecomando in dotazione che in questa versione integra tutte le funzioni vocali di Alexa e che consente anche di controllare gli altri dispositivi collegati al televisore come la console di gioco e gli altri apparecchi AV compatibili, senza dover usare gli altri telecomandi. Inoltre, il telecomando vocale Alexa offre un controllo ancora maggiore grazie ai pulsanti per l’accensione, la regolazione del volume e la modalità silenziosa.

Se nella versione precedente dello Stick l’accesso diretto si concentrava quasi esclusivamente ai contenuti di Amazon, ora l’oggetto diventa più democratico e prova a sedurre il consumatore gestendo in modo sinergico i contenuti di qualsiasi applicazione. Questo vuol dire che nella home non ci saranno in evidenza solo i filmati di Prime Video, ma anche quelli provenienti da Netflix, Dazn, YouTube, Infinity e gli altri.

Se infatti state seguendo Stranger Things su Netflix e l’ultima parodia dei Pantellas su YouTube, al riavvio in home troverete pronti e accessibili questi contenuti o quelli suggeriti sulla base delle vostre preferenze. Ma c’è di più, ora è finalmente possibile la ricerca dei contenuti in modo completo e trasversale usando il telecomando in dotazione e i comandi vocali. Basterà dire “Fammi vedere Sick Note su Netflix” o “Cerca i risultati di Serie A su YouTube” per accedere direttamente a questi contenuti. Per il momento la funzione restituisce risultati validi per Prime Video, Netflix e YouTube, ma è nell’intenzione di Amazon lavorare con gli altri partner per estendere questa capacità a tutti i fornitori di contenuti.

La possibilità di effettuare ricerche colma una mancanza ampiamente segnalata dai possessori della precedente versione dello Stick e ora la voce rappresenta un valore aggiunto. Valore che aumenta considerando che è anche possibile gestire i dispositivi smart collegati ad Alexa usando il telecomando. La chiavetta non ha funzioni di Hub ZigBee, ma come un dispositivo Amazon Echo permette di controllare videocamere wifi, luci intelligenti, termostati, ecc. Ogni parametro viene immediatamente sincronizzato dall’account Amazon senza dover riinserire le credenziali.

L’interfaccia cinematografica disponibile sulla nuova Stick, che verrà estesa anche ai prodotti precedenti, e la praticità dei comandi vocali sono i due assi che Amazon prova a giocare per convincere i consumatori a gestire i contenuti multimediali usando il proprio sistema. Da una parte, ovviamente, la chiavetta è un ottimo ed economico sistema per rendere smart i televisori privi di questa funzione e per aggiornare i tv con sistemi operativi proprietari che i produttori hanno dismesso (ce ne sono parecchi e anche recenti). Ma l’obiettivo di Amazon è più ambizioso.

La chiavetta aspira a diventare la “casa” dei contenuti video, indipendentemente dai fornitori dei servizi di streaming. Prime Video continua a essere importante, è chiaro, ma la visione di Amazon è più ampia: conquistare i televisori del mondo indipendentemente da ciò che vedono gli utenti. Televisori che domani apriranno le porte al suo e-commerce e agli altri servizi del colosso di Seattle. Operazione tutt’altro che banale e dagli scenari interessanti.

Per riuscirci Amazon userà anche la leva del prezzo visto che al momento del lancio la Stick TV 4K costa solo 24,99 euro (poi 39,99 euro). Cifra che potrebbe invogliare all’acquisto anche chi possiede un televisore smart appena acquistato. Infondo questa chiavetta integra tutte le funzioni di Alexa comprese le funzioni Show (quelle legate ai dispositivi con display), con il costo più basso per accedere all’universo Amazon.

Il giudizio quindi finale della chiavetta è positivo. Il software è sempre fluido, rapido, accattivante e in più gli smanettoni possono facilmente installare altre applicazioni non presenti nello store di Amazon. Grazie alle funzionalità degli sviluppatori, accessibili dal menu di sistema, infatti si possono installare apk indipendenti dal mondo Android che di fatto è il sistema operativo della chiavetta.

Voto: 8

Wired:
Permette di controllare in un solo ambiente tutti i principali servizi di streaming; si possono effettuare ricerche con i comandi vocali

Tired:
Memoria interna limitata, manca (al momento) la compatibilità con Sky

Potrebbe interessarti anche





Source link