Il fascino misterioso delle case abbandonate in Iran


Cosa succede ai luoghi domestici della nostra infanzia quando vengono abbandonati? Gohar Dashti ha indagato la desolante bellezza dell’abbandono con una serie di scatti nel suo paese d’origine

La fotografa iraniana Gohar Dashti, nata ad Ahwaz durante i primi anni della rivoluzione islamica e cresciuta durante la guerra tra Iran e Iraq, ha rielaborato i ricordi della propria infanzia attraverso una serie fotografica dal titolo Home: nelle fotografie, le piante si riappropriano di grandi spazi abbandonati, con una crescita lussureggiante che evidenzia l’assenza di vita umana.

Gli scatti rivelano il potere della natura di consumare e conquistare un luogo: i siti scelti intorno a Teheran non sono storici, ma piuttosto spazi quotidiani che i residenti sono stati costretti a lasciare a causa di problemi sociali.

 Alcune ambientazioni sono state allestite per enfatizzare il potere del ritorno implacabile della natura, mentre altre sono state immortalate così come rinvenute dall’artista. Nella nostra gallery potete sfogliare la serie, oppure scoprire altri lavori di Gohar sul suo sito.

Potrebbe interessarti anche





Source link