Intel ha svelato le specifiche delle schede video Arc desktop: tutti i dettagli

da Hardware Upgrade :

Intel ha finalmente svelato tutte le specifiche tecniche delle schede video desktop Arc basate sul progetto Alchemist. Le GPU “serie A“, in modo simile a quanto avviene con i processori Core i3, i5 e i7, rientrano in tre segmenti chiamati Arc A3, A5 e A7.

La Arc A380, la scheda video di fascia bassa che per prima Intel ha portato sul mercato partendo dalla Cina, si presenta con una GPU dotata di 8 Xe-core, 8 unit ray tracing e 128 XMX Engine (i Tensor core di NVIDIA in salsa Intel). Il chip grafico opera a una frequenza di clock media di 2 GHz, ed coadiuvato da 6 GB di memoria GDDR6 a 15,5 Gbps su bus a 96 bit per una bandwidth di 186 GB/s.

Salendo di uno step, ovvero alla Arc A580, le specifiche compiono un netto passo avanti perch la GPU offre 24 Xe-core, 24 unit RT e 384 XMX Engine. La frequenza di clock media in questo caso scende a 1700 MHz secondo Intel. A bordo della scheda troviamo 8 GB di memoria a 16 Gbps su bus a 256 bit per una bandwidth di 512 GB/s.

Chiudono il quadro le due “top di gamma”, Arc A750 e Arc A770, soluzioni rispettivamente dotate di 28 e 32 Xe-core. Il numero di unit RT attive varia di conseguenza, mentre gli XMX Engine sono 448 e 512 in base al modello. Rispetto alla A580, il clock della GPU si mantiene oltre i 2 GHz arrivando nel caso della A770 a 2,1 GHz di media.

Il modello A750 dotato di un massimo di 8 GB di memoria a 16 Gbps su bus a 256 bit per una bandwidth di 512 GB/s, mentre Arc A770 pu arrivare fino a 16 GB. Questo modello prevede GDDR6 a 17,5 Gbps, per una bandwidth fino a 560 GB/s. “Quando i nostri partner add-in card (AIC) creano le proprie versioni di Arc A770, la maggior parte verr fornita con 8 GB di memoria GDDR6. La scheda a marchio Intel (IBC), la nostra A770 Limited Edition, ne offre il doppio”, ha dichiarato la casa di Santa Clara.

Per quanto concerne il TDP delle schede, i modelli A7 toccano un valore di 225W, mentre A380 si ferma a 75W. Manca il dato relativo alla Arc A580. Da puntualizzare, inoltre, che A380 basata su una GPU ACM-G11, mentre le altre tre SKU su un chip grafico ACM-G10.

Tutti i modelli Arc “A” supportano un set di caratteristiche completo, ovvero non ci sono differente: codifica in hardware per AV1 e altri codec popolari, HDR e variable refresh rate, upscaling tramite tecnologia XeSS, overclock e molto altro ancora sono le funzionalit a cui un acquirente di una qualunque GPU Arc “Alchemist” ha accesso.

Purtroppo le informazioni si fermano qui, non ci sono dettagli sulla disponibilit o i prezzi delle schede video Arc. Sappiamo da una recente intervistache Arc A750 e Arc A770 sono in dirittura d’arrivo e arriveranno anche in alcune nazioni europee, tra cui la Germania, mentre sul debutto di A580 tutto tace.

Quanto alle prestazioni, la questione molto chiara come abbiamo visto nelle ultime settimane: limitandosi ai test con titoli basati su API moderne come DX12 e Vulkan, la prima generazione di GPU Arc in grado di offrire prestazioni di poco superiori alla GeForce RTX 3060 di NVIDIA. Questo significa che NVIDIA e AMD possono dormire sonni tranquilli nella fascia alta, a maggior ragione a poche settimane dall’arrivo delle nuove GPU GeForce RTX 4000 e Radeon RX 7000.

Intel punta a coprire un segmento prestazionale superiore con la seconda generazione di GPU, Battlemage, attesa per il 2023: se tanto ci d tanto, in quell’occasione la gamma si allargher accogliendo un quarto segmento, B9, in modo simile a quanto fatto in questi anni da Intel con le CPU Core i9.

Source link