Quali saranno i trend tecnologici che si affermeranno nel corso dell’anno appena iniziato, come si stanno evolvendo le grandi aziende tecnologiche e quali sono le ultime novità in termini di formati e sperimentazioni? A Sky TG24 parla Luca Rossi, vicepresidente esecutivo e presidente della divisione IDG (cioè dispositivi come pc, tablet, smartphone, workstation) di Lenovo, uno dei principali vendor di smart devices al mondo.

Come è iniziato il 2023 della tecnologia e quali sono i trend che secondo lei si affermeranno di più nel corso dell’anno?

“Noi crediamo che i megatrend più importanti siano sicuramente la trasformazione digitale, la vita digitale, il Metaverso (che però va approfondito) e crediamo in particolare che nel mondo professionale ci siano enormi opportunità di applicazione, dal Metaverso alla realtà virtuale abbinati all’intelligenza artificiale e al Machine Learning, per l’automatizzazione e la digitalizzazione dei processi e quindi per grandi aumenti di produttività e di efficienza. Nel mondo consumer, più legato dunque all’intrattenimento, vedremo l’aumento di visori, in particolare di visori 3D e ovviamente poi c’è un grande dibattito su quelli che sono i limiti dell’intelligenza artificiale, su quale sarà l’impatto di software come ChatGPT. Chiaramente sono aree inesplorate che a mio avviso vanno maneggiate con cura, con attenzione”.

Quali sono le novità di Lenovo e come si muoverà l’azienda nel 2023?

“La parola d’ordine per Lenovo è sempre innovazione. Investiamo miliardi di dollari ogni anno in innovazione tecnologica, abbiamo un impegno nel corso dei prossimi due anni di raddoppiare gli investimenti in ricerca e sviluppo, che sono il vero cuore di un’azienda tecnologica come la nostra. Abbiamo una divisione molto importante, quella dei server, delle infrastrutture, dei data center, dello storage, del networking, abbiamo poi creato più recentemente un Business Group chiamato SSG che si occupa di soluzioni e servizi, e ormai l’azienda fa 70 miliardi di fatturato. Noi pensiamo che il mondo si stia spostando da un mondo di device e software a un mondo che richiede soluzioni ai problemi e alle esigenze degli utenti, dunque un mondo composto da hardware, software e soluzioni combinati insieme”.

Recentemente si è chiuso il CES di Las Vegas, la più importante fiera elettronica al mondo, e Lenovo è stato uno dei protagonisti lanciando, solo per fare un paio di esempi, un laptop con doppio schermo e un telefono pensato per aziende e professionisti. Quali sono le novità con cui vi presentate quest’anno al pubblico?

NOW

Tutti gli approfondimenti della rubrica di innovazione e tecnologia

“Abbiamo presentato un’infinità di prodotti e siamo l’azienda che ha vinto più premi nel nostro settore. Citerò tre prodotti. Il primo è lo Yoga Book 9i ed è il primo pc portatile al mondo con due schermi OLED da 13,3 pollici 2,8K, ed è un prodotto in grado di esprimere al massimo le potenzialità di tutte le persone con grande creatività perché con due schermi a disposizione usabili orizzontalmente e verticalmente si possono immaginare numerosissime idee di utilizzo, sia dal punto di vista della creatività ma ad esempio anche di quello della finanza. Un pc ultrasottile, ultraleggero e con una batteria a lunga durata: a nostro avviso qualcosa di assolutamente innovativo che nessuno aveva mai visto. Così come nessuno aveva visto il ThinkBook Twist, notebook con schermo girevole: da una parte abbiamo messo uno schermo OLED, dall’altra per la prima volta in un notebook abbiamo uno schermo a inchiostro a colori, come quello degli e-book: lo si può usare se si vuole prendere appunti, quando si vuole risparmiare l’energia per la batteria, quando si vogliono salvaguardare gli occhi. Cambiando area abbiamo presentato un telefono totalmente innovativo: si chiama ThinkPhone ed è uno smartphone basato su Android che fa parte della famiglia Think, la famiglia dei ThinkPad, che è il nostro cavallo di battaglia nel mondo dei pc portatili, fissi e anche server professionali. Il ThinkPhone fa tutto quello che fa uno smartphone ‘normale’ ma è particolarmente performante nelle aree di collaborazione con il pc (meglio ancora se il pc è un ThinkPad) ed è dotato di un nostro software brevettato chiamato ThinkShield che lo rende iper-protetto contro virus e intrusioni e a nostro avviso è il telefono perfetto per il mondo delle imprese”.

Come sta cambiando la tecnologia per adattarsi sempre più al nuovo modo di lavorare e alle nuove forme di intrattenimento?

“Quello che noi chiamiamo hybrid work, hybrid life, ha generato la necessità di prodotti che si adattino a questo tipo di esigenza dell’utente, quindi audio, video, schermi, connettività: tutto ha subito una drastica accelerazione e tutti i device stanno diventando sempre più performanti in queste aree. E poi la tecnologia si evolve permettendo nuovi fattori di forma. Lenovo ad esempio ha lanciato il primo pc portatile pieghevole, il primo telefono pieghevole e adesso abbiamo presentato (anche se non è ancora pronto per le vendite, ci vorranno probabilmente altri 2-3 anni per vederlo sul mercato) lo schermo rollable. Si tratta di un pc da 12 pollici in cui lo schermo si tira, si stira, allungandosi fino a 15 pollici; stessa cosa in uno smartphone da 5 pollici in cui lo schermo arriva, stirandolo, a 6,5 pollici. Questa è la nuova frontiera dei fattori di forma, ci vorrà ancora un po’ ma vedrete certamente una grande innovazione nel mondo dei pc e dei telefoni da Lenovo”.



fonte : skytg24