iPhone 14 Pro, i primi benchmark di Apple A16 non mostrano grandi miglioramenti prestazionali

da Hardware Upgrade :

I due iPhone 14 Pro sono gli unici, quest’anno, a implementare hardware di nuova generazione. Il processore Apple A16 Bionic viene implementato solo nelle varianti pi costose del melafonino, mentre i due modelli standard fanno uso dell’architettura della precedente generazione, il comunque potente Apple A15 Bionic. Ma quali saranno le differenze fra i due chip? In base ai primi (e probabilmente non troppo affidabili) test, il gap fra le due generazioni non sar cos sostenuto.




Apple ha solo affermato che Apple A16 Bionic il 40% pi veloce rispetto alle tecnologie della concorrenza, ma attraverso il primissimo benchmark pubblicato, effettuato su Geebench 5, si scopre che il gap prestazionale fra A16 e A15 particolarmente esiguo. Le differenze principali sono nel punteggio in Single-Core, dove un nuovo iPhone 14 Pro Max ha totalizzato 1879 punti, mentre in Multi-Core il risultato stato di 4664. Nella nostra recensione di iPhone 13 Pro (non Max), abbiamo pubblicato risultati di 1698 e 4507 punti rispettivamente per i valori Single-Core e Multi-Core.

Apple A16 Bionic, i primi benchmark arrivano online


I risultati dei test non sono sempre identici, e sono suscettibili a diverse variabili e condizioni. Un iPhone 13 Pro Max con Apple A15 Bionic pu infatti offrire risultati che spaziano da 1500 a 1700 in Single-Core, mentre pu superare i 4800 punti in Single-Core. Non sappiamo ancora quale sia la forbice potenziale di risultati ottenibili con il nuovo Apple A16 Bionic, tuttavia i punteggi apparsi su Geekbench mostrano un leggero vantaggio in Single-Core, ma un punteggio sostanzialmente appaiato per quanto invece riguarda il test che mette sotto stress tutti i core integrati nella CPU. da notare poi che il test riguarda solo la componente CPU, senza prendere in considerazione eventuali migliorie espresse da GPU e Neural Engine integrato.

I primi smartphone con Snapdragon 8 Gen 1 totalizzavano punteggi intorno a 3300 con Geekbench 5, nel test Multi-Core, quindi il vantaggio del 40% dichiarato da Apple per il suo A16 potrebbe essere inteso rispetto a quei dispositivi. Nel corso dei mesi, tuttavia, stato rilasciato Snapdragon 8+ Gen 1, e alcuni smartphone sono addirittura riusciti a superare la soglia dei 4000 punti. Apple A16 il primo processore dell’azienda a utilizzare un processo produttivo a 4-nm, anche se si include l’ultimo Apple M2 destinato ai computer dell’azienda (che adotta un processo a 5-nm). Del SoC non sappiamo ancora molti dettagli tecnici, ed stato raccontato cos in occasione della presentazione dei nuovi iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max:

“Il chip A16 Bionic di iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max avanti di generazioni rispetto alla concorrenza e rende possibili esperienze uniche come Dynamic Island, alimenta un giorno intero di autonomia e permette straordinarie funzioni di fotografia computazionale. Con due high-performance core e quattro high-efficiency core, la nuova CPU 6‑core fino al 40% pi veloce di qualsiasi altro chip della concorrenza e pu facilmente gestire carichi di lavoro impegnativi. A16 Bionic ha una GPU 5‑core potenziata con il 50% di banda di memoria in pi, perfetta per giochi e app dalla grafica pi complessa. Inoltre, il nuovo Neural Engine 16-core in grado di eseguire 17.000 miliardi di operazioni al secondo. Sfruttando leccellente architettura fusion di Apple per combinare performance e risparmio energetico, il chip garantisce prestazioni migliori e consumi ridotti rispetto alla concorrenza.

A16 Bionic il cuore del sistema di fotocamere Pro e il motore di straordinarie funzioni di fotografia computazionale. CPU, GPU, Neural Engine e processore ISP lavorano in perfetta sintonia per supportare il nuovo hardware delle fotocamere ed eseguire fino a 4.000 miliardi di operazioni per ogni scatto”.



Source link