da Hardware Upgrade :

Tony Fadell, il “pap” dell’iPod di Apple e che dal 2008 ha
lasciato la Mela per fondare Nest (poi acquisita da Google), sostiene che
Apple dovrebbe dotare iPhone del connettore USB-C, affermando che
“la cosa giusta da fare”.

L’opinione di Fadell stata espressa su Twitter dopo che un utente ha
chiesto all’ex-ingegnere di Apple se la legge recentemente approvata
dall’Unione Europea avrebbe rappresentato un ostacolo ai futuri progetti
di Apple.

Lo scorso marted, ricordiamo, l’UE
ha approvato una legge
che impone ai produttori di smartphone,
tablet, fotocamere e dispositivi elettronici in genere di utilizzare il
connettore USB-C per la ricarica e alimentazione dei prodotti.





Apple sui propri iPhone fa ancora uso del connettore proprietario
Lightning e in precedenza ha espresso il proprio disappunto nei confronti
della direttiva del connettore di alimentazione universale affermando che
un’impostazione di questo tipo tende ad ostacolare l’innovazione invece
che ad incoraggiarla.

Fadell ha affermato che la regolamentazione dell’UE non rappresenter nel
concreto un ostacolo ai piani della Mela, e anzi ha spiegato che la
sua preoccupazione che Apple stia assumendo una posizione da
monopolista invece che concentrarsi sullo sviluppo tecnologico
.

Resta comunque mistero sulla volont di Apple di passare ad USB-C per
iPhone. La Mela ha introdotto questo connettore per la prima volta nel
2018 ma solo sulla gamma di prodotti iPad Pro. L’analista Ming-Chi Kuo,
attento osservatore delle mosse della Mela, convinto che il prossimo
anno iPhone 15 abbandoner il connettore Lightning e passer ad
USB-C
.

L’UE attualmente non ha specificato una data vincolante per il passaggio
ad USB-C, parlando indicativamente di autunno 2024.


Source link