La stampa 3D a supporto della formazione dei cardiochirurghi

da Hardware Upgrade :

Uno degli ambiti dove la stampa 3D si sta diffondendo in maniera massiccia è il settore medicale. Questa tecnologia è infatti ideale per per la produzione di protesi e ortesi personalizzati e, grazie all’adozione di materiali biocompatibili, perfettamente sicuri. L’Azienda Ospedale Università Padova ha voluto utilizzarla anche per la formazione dei futuri cardiochirurghi pediatrici, e ha realizzato un simulatore portatile della gabbia toracica in cui il cuore è posizionato per simulare un intervento cardiochirurgico.

La manifattura additiva per formare i cardiochirurghi pediatrici

Formare un cardiochirurgo pediatrico è particolarmente complesso e, per evitare di esporre i bambini a rischi, l’addestramento è solitamente effettuato tramite corpi autoptici o cuori di origine animale (tipicamente suini). In entrambi i casi, però, parliamo di corpi difficili da reperire, da conservare e da preparare per la formazione. Non solo: questi organi hanno spesso dimensioni superiori a quelle dei cuori dei bambini e, soprattutto, sono “sani”, rendendo così più complicato l’addestramento. 

Per ovviare al problema l’equipe del Prof. Vladimiro Vida,  docente del Dipartimento di Scienze cardio-toraco-vascolari e Sanità pubblica dell’Università di Padova, ha deciso di sperimentare con la stampa 3D, realizzando un simulatore della gabbia toracica, trasportabile e modulabile, con parti che possono essere cambiate a seconda delle esigenze di formazione e facilmente ristampate. 

FORMLABS_Form 3L

La tecnologia usata è quella di Formlabs, nello specifico sulle stampanti Form 3L a tecnologia stereolitografica SLA.

Il sistema, presentato per la prima volta nel dicembre 2021, è oggi usato per corsi di formazione e si sta rivelando molto efficace, oltre che più economico rispetto ai metodi tradizionali. Utilizzando corpi autoptici o cuori di originale animale, per esempio, sarebbe stato impossibile fare quanto è stato svolto alla Scuola Internazionale di Cardiochirurgia di Erice. Qui, per un corso sono stati stampati in 3D 50 cuori, uno per ciascuno studente del corso. 

Posizionamneto patch Universita degli Studi di Padova

La stampa 3D ci sta permettendo di cambiare radicalmente il modo in cui formiamo i cardio-chirurghi di domani e siamo convinti che questa tecnologia sarà il futuro. Il nostro sogno è quello di creare una rete formativa italiana in cui poter avere vari centri di formazione collegati in simultanea, in ognuno dei quali gli studenti possano sperimentare direttamente sul proprio modellino e sul proprio simulatore l’intervento da realizzare” ha dichiarato il Prof. Vladimiro Vida, Responsabile dell’U.O.C. Cardiochirurgia Pediatrica presso l’Azienda Ospedale Università Padova.

Formlabs è nata con l’obiettivo di ampliare il più possibile l’accesso alla stampa 3D e le applicazioni che stiamo vedendo nascere in tutto il mondo negli ultimi anni in ambito medico continuano a stupirci. Siamo convinti che questa tecnologia possa essere di grande aiuto per la ricerca e il progresso nelle cure ed essere stati scelti da un’istituzione importante e all’avanguardia come l’Azienda Ospedale Università Padova non può che renderci orgogliosi e confermarci l’importanza di seguire su questa strada, continuando ad ampliare la nostra offerta di soluzioni e materiali”, commenta Marco Zappia, Channel Sales Manager per l’Italia di Formlabs.

Source link