La vita a bordo piscina, vista da Slim Aarons


Negli scatti del grande fotografo americano, l’élite statunitense della seconda metà del Novecento è catturata nella molle e colorata scenografia di specchi d’acqua meravigliosi

Attractive people doing attractive things in attractive places” (persone attraenti che fanno cose attraenti in luoghi attraenti): era questo il motto del fotografo Slim Aarons, cultore e reporter dell’alta società americana a cavallo tra gli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta, che più di ogni altro è stato in grado di restituire un’immagine glamour e patinata di celebrità e ricchi dell’epoca.

Un fotografo dell’unicità, nei cui scatti l’apparente naturalezza contrasta con qualcosa di marcatamente artificiale: le piscine, protagoniste di molte delle sue immagini in technicolor, emanano una luce in contrasto con quella solare. Senso di sospensione e superficialità dominano le ambientazioni, nella lussuosa e molle quotidianità di una élite tutt’altro che banale e dozzinale.

Un sogno a occhi aperti che resiste a distanza di anni, come potete vedere sfogliando la nostra gallery qui in alto.

Potrebbe interessarti anche





Source link