Le novità del The Next Web e l’importanza della SEO (anche nel Metaverso)


Il The Next Web Conference, uno dei principali Festival tecnologici in Europa, si è appena concluso ma ha evidenziato ancora una volta che l’innovazione tecnologica va indissolubilmente a braccetto con le applicazioni dell’Intelligenza Artificiale. Tra le startup che stanno portando l’Intelligenza Artificiale nella vita di tutti i giorni c’è WordLift. Abbiamo incontrato il fondatore.

Che cos’è WordLift

WordLift, startup italiana che si occupa di ottimizzazione delle ricerche online, quella che in gergo tecnico è chiamata SEO, usa l’intelligenza artificiale per far capire ai motori di ricerca di che cosa parla un articolo, quali sono le caratteristiche di un prodotto, come individuare la colonnina di ricarica elettrica per la nostra macchina più vicina e così via. “I professionisti delle ottimizzazioni delle ricerche online hanno sempre lavorato per parole chiave. Ma l’ultima rivoluzione nell’ambito dell’Intelligenza artificiale è stata l’introduzione delle reti neurali, che permettono di costruire testi in modo automatico e ad esempio da un testo produrre una immagine. Oggigiorno si ragiona per concetti – racconta ancora Andrea Volpini, Ceo e Founder di WordLift, tra i maggiori esperti italiani di applicazione dell’intelligenza artificiale alla SEO – e l’AI fa il lavoro di associare un prodotto che puoi trovare online ad una descrizione testuale e lo fa usando lo stesso linguaggio che l’azienda produttrice di quel prodotto userebbe, ad esempio in pubblicità”. La storia di WordLift si intreccia con quella del The Next Web, perché dopo aver partecipato all’edizione del 2017 per presentare il proprio tool per migliorare la ricerca dei contenuti di un sito online, questo è stato adottato dallo stesso team di The Next Web per aumentare il traffico sul sito web della manifestazione.

SEO anche nel Metaverso

All’edizione di quest’anno del The Next Web WordLift ha presentato SEO Add-on for Google Sheets, strumento che trasforma le parole chiave di un foglio di calcolo di Google in concetti semantici. “È uno strumento che estende le funzionalità del foglio di calcolo e aiuta a capire meglio in che direzione sviluppare i contenuti che si vogliono pubblicare online” conclude Volpini, che anticipa l’ultima scommessa di WordLift. “Bisogna iniziare a pensare di fare la Seo nel Metaverso. Stiamo lavorando per permettere di usare i nostri strumenti Seo per cercare i prodotti dal virtuale al reale”.

Tutte le novità del TNW

SEO, Intelligenza Artificiale, Metaverso, ma anche NFT, Crypto e tanto altro: sono alcuni dei temi dell’edizione di quest’anno del The Next Web, che si svolge in una atmosfera hippy, tra ruote panoramiche e party, dove imprenditori di tecnologia e visionari, accanto a studenti e appassionati di innovazione, apprendono dai nomi più noti del mondo web, tra cui Seth Dobrin, AI Officer di IBM, che spiega come oggi l’intelligenza artificiale vada vista meno come fantascienza ma più come uno strumento per potenziare le abilità umane. Oppure Edward Snowden, che affronta il tema di come e se la Blockchain può salvaguardare la nostra privacy da aziende e governi.

Cosa c’è oltre la tecnologia?

“Noi cerchiamo di scoprire quello che viene dopo nella tecnologia, non solo oggi, ma anche nel domani”, dice il neo-amministratore delegato del The Next Web Myrthe van der Erve. “Come possiamo usare gli Nft oltre l’arte, cosa c’è oltre le crypto, o come usarle in futuro. Qui cerchiamo di esplorare insieme questi nuovi scenari” conclude. L’evento è stato acquisito dal Financial Times che ha voluto mantenere il suo carattere peculiare di fiera rock, diversa dagli eventi b2b del gruppo, assicura il Ceo di FT Live Orson Francescone.



fonte : skytg24