da Hardware Upgrade :

I servizi di posta elettronica Libero Mail e Virgilio Mail continuano a essere inaccessibili a distanza di oltre un giorno (andiamo verso i due) dal down che impedisce a circa 9 milioni di persone di consultare l’email. Privati certo, ma anche imprese con possibili e imprevedibili danni economici. Dopo una prima dichiarazione ad alcune ore dal problema, nella serata di ieri abbiamo ricevuto la seguente nota stampa:

Le nostre parole vanno in primis agli utenti della Libero Mail e della Virgilio Mail, che hanno aperto con noi le loro caselle di posta elettronica: siamo consapevoli del disagio procurato e del disservizio.

“Stiamo lavorando incessantemente da ormai diverse ore per risolvere un problema infrastrutturale inaspettato e imprevisto – dichiara Diego Rizzi, Chief Technology Officer di Italiaonline – e che non è dipeso da sistemi sviluppati di Italiaonline. Possiamo rassicurare, come già scritto sui nostri portali e touchpoint digitali, che i nostri utenti sono stati in questa situazione di emergenza, e continueranno ad essere sempre, la nostra priorità. L’attuale situazione non è dipendente da attacchi cyber esterni”.

Come abbiamo avuto modo di comunicare ai nostri utenti in queste ore, in 25 anni di servizio fedele agli italiani, non ci è mai successo di restare off-line per così tanto tempo.

Abbiamo letto tutti i messaggi comparsi sui social network e compreso perfettamente i disagi arrecati. Sappiamo che milioni di italiani contano su di noi per comunicare e questo ci sta dando la spinta per lavorare giorno e notte per risolvere il problema il più velocemente possibile.

Non possiamo che scusarci e ringraziarvi per la pazienza e la fiducia. Prevediamo di poter avere maggiori informazioni nelle prossime ore. In ogni caso terremo aggiornati i nostri utenti, come fatto finora, attraverso i canali di Italiaonline.

I servizi, nel momento in cui pubblichiamo la notizia, risultano ancora inaccessibili; le stesse parole che avete letto che compaiono a chi vuole fare il login. E mentre in rete monta la rabbia degli utenti per il down molto lungo, il problema principale è l’assenza di una spiegazione tecnica di quanto successo, una mancanza di trasparenza che in determinati casi è fondamentale per evitare speculazioni.

Dalle parole diffuse si possono estrarre alcuni passaggi in attesa che arrivino le “maggiori informazioni” promesse:

  • un problema infrastrutturale inaspettato e imprevisto
  • non è dipeso da sistemi sviluppati di Italiaonline
  • l’attuale situazione non è dipendente da attacchi cyber esterni

Italiaonline esclude nuovamente l’attacco hacker e, in precedenza, affermava che non vi sarà perdita di dati. Tale dichiarazione però non trova nuovamente conferma nel comunicato diramato. Per il momento non si può far altro che rimanere “aggrappati” a queste parole e sperare che il disservizio rientri rapidamente: purtroppo non sono state fornite tempistiche precise.

Source link