da Hardware Upgrade :

Lidl e Sapio, due nomi apparentemente senza nulla in comune, ma che invece hanno trovato una comunione di intenti nello studio di fattibilità delle stazioni di rifornimento di idrogeno.

Lidl, la conosciamo tutti, ormai conta in Italia oltre 700 punti vendita, Sapio invece è un nome molto noto per chi segue il mercato dei gas tecnici, medicinali e miscele speciali.

Le due aziende hanno siglato un accordo per studiare insieme la fattibilità di una o più stazioni di rifornimento di H2, da utilizzare nei camion che ogni giorno portano le merci nei supermercati Lidl. È il primo progetto di questo genere in Italia, poiché specifico per la GDO.

Sebbene il mercato sembra stia abbandonando l’idea dell’uso dell’idrogeno nelle automobili, potrebbe esserci un ruolo importante invece per i mezzi pesanti. Secondo Luca Ros, Direttore Logistica Lidl Italia, la decarbonizzazione dei trasporti “passa anche attraverso l’impiego di nuovi vettori rinnovabili come l’idrogeno verde“. Il Direttore fa sapere che ogni giorno la flotta Lidl percorre circa 160.000 km, ed è chiaro dunque l’impatto che le fonti rinnovabili e la riduzione delle emissioni potrebero avere nel caso della sua azienda e di altre simili.

Dal punto di vista di Sapio, invece, si tratta di mettere a frutto un know how di 100 anni nel settore dei gas, mettendo a disposizione sia la tecnologia per la produzione di idrogeno, sia la capacità di progettare e realizzare i punti di rifornimento. Nel caso in cui lo studio di fattibilità dia esito positivo, Sapio si occuperà della realizzazione e della gestione delle stazioni di rifornimento, nonchè della fornitura di idrogeno, mentre contestualmente Lidl garantirà di utilizzare queste stazioni per il rifornimento della sua flotta.

Source link