Lockheed Martin: 1,99 miliardi di dollari per costruire le capsule Orion delle future missioni Artemis

da Hardware Upgrade :

Come sappiamo, la NASA ha programmato il tentativo di lancio della missione Artemis I per il 14 novembre, dopo i problemi rilevati nei precedenti tentativi (a partire dalla fine di agosto). Dopo questa missione senza equipaggio ci sarà la prima con equipaggio umano prevista per il 2024 (Artemis II) e successivamente quella con allunaggio, Artemis III, intorno alla fine del 2025. Come specificato più volte però, questo nuovo ciclo di missioni non sarà come per Apollo, l’intenzione è quella di preparare missioni di lunga durata in orbita lunare o sulla superficie. Per questo la NASA ha richiesto nuove capsule Orion a Lockheed Martin.

I piani dopo l’allunaggio di Artemis III sono ancora in via di definizione. A gennaio 2022 era stato dichiarato come i moduli PPE e HALO del Lunar Gateway sarebbero potuti essere lanciati intorno alla fine del 2024 con operatività a partire dal 2025. Successivamente dovrebbe toccare al modulo I-HAB che precederà il lancio di Artemis IV e delle future missioni con equipaggio. Artemis V dovrebbe prevedere la presenza di veicoli sulla superficie lunare per gli equipaggio e un Lunar Gateway completato. A giugno però una nuova revisione ha posticipato le varie fasi.

Lockheed Martin e le capsule per le future missioni Artemis

I piani, non ancora ufficiali, potrebbero prevedere il lancio di Artemis II nel 2025 mentre l’allunaggio di Artemis III nel 2026. Questo rinvio darebbe anche spazio a una nuova missione con allunaggio chiamata attualmente Artemis III.5 che precederebbe l’assembaggio di Lunar Gateway. In generale, se l’agenzia spaziale non cambierà idea sull’utilizzo dell’accoppiata NASA SLS e Orion gli appaltatori come Lockheed Martin dovranno fornire il supporto necessario.

capsula orion

In questo quadro si inserisce il nuovo contratto del valore di 1,99 miliardi di dollari per realizzare le capsule Orion per le missioni Artemis VI, Artemis VII e Artemis VIII. Attualmente la società statunitense ha completato due veicoli, uno impiegato per il test di validazione (EFT-1) e uno che è attualmente in cima allo Space Launch System per Artemis I.

Lockheed Martin, appaltatore principale per la capsula, sta già realizzando le unità per le missioni che vanno da Artemis II fino ad Artemis V, dove tutte avranno equipaggio a bordo. Lisa Callahan (Commercial Civil Space della società) ha dichiarato “Lockheed Martin è onorata di collaborare con la NASA per fornire la navicella spaziale Orion per le missioni Artemis della NASA. Questo ordine include veicoli spaziali, pianificazione e supporto della missione e ci porterà negli anni ’30. Siamo alla vigilia di un lancio storico che dà il via all’era di Artemis e questo contratto mostra che la NASA sta facendo piani a lungo termine per vivere e lavorare sulla Luna, concentrandosi anche sul portare gli umani su Marte“.

capsula orion

A partire dal 2019 sono stati firmati due contratti Orion Production and Operations Contract. Questi prevedono di coprire la produzione da Artemis III fino a VIII con altre sei capsule che potranno essere ordinate in futuro dalla NASA. Lockheed Martin ha sottolineato come Orion per le missioni Artemis III, Artemis IV e Artemis V hanno visto una riduzione dei costi del 50%. Per Artemis VI, Artemis VII e Artemis VIII ci sarà un’ulteriore riduzione del 30%.

Sempre la società ha aggiunto che per Artemis II sarà riutilizzata parte dell’avionica di Artemis I e via via si passerà a un riutilizzo sempre più spinto. Per esempio la struttura principale della capsula utilizzata per Artemis III sarà completamente riutilizzata per Artemis VI. Anche l’acquisto di materiali e componenti in grandi quantità dovrebbe consentire di ridurre i costi.


Idee regalo,
perch perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!


Source link