Seleziona una pagina



Da Wired.it :

Le tensioni tra la banda di Ciro, che si accorge di essere stato preso in giro, e Carmine e Filippo che intanto ha iniziato una storia d’amore con Naditza, si intensificano ed esplodono in una rivolta dei detenuti in cui Ciro cercherà di uccidere i due. Per salvare l’amico, Filippo pugnala Ciro con un cacciavite. I due ragazzi si metteranno d’accordo per dire a tutti che è stato Carmine a uccidere Ciro. La prima stagione si conclude con il giorno del processo per o’ Chiattillo e o’ Piecoro, che vengono scortati in tribunale. Improvvisamente, la macchina su cui si trova Carmine viene presa di mira dai sicari inviati da Valletta che feriscono Carmine, lasciandolo in fin di vita.

La seconda stagione

Carmine, ancora in coma, si trova in ospedale, mentre Filippo, all’Ipm, conta sull’appoggio di Pino, che nella stagione precedente aveva cercato di uccidersi impiccandosi ed era stato salvato dal giovane milanese. Nella seconda stagione sono tre i nuovi personaggi che fanno il loro ingresso nel carcere minorile: Kubra, che poi si scoprirà essere la figlia biologica dell’educatore Beppe e inizierà una relazione con Pino, Sasà, accusato di aver stuprato una sua compagna di classe, e l’enigmatico Mimmo. Intanto, Gaetano cerca vendetta per la morte di Ciro. È Edoardo Conte a prendere il posto del suo amico a capo dei detenuti. Il ragazzo però sembra molto più interessato alla sua storia d’amore con Teresa, una ragazza benestante che aveva conosciuto nell’ambito di un progetto culturale all’interno del carcere nella prima stagione. Naditza viene rilasciata e segue la famiglia di Filippo a Milano, dove continuerà gli studi di pianoforte. Carmine si sveglia dal coma e iniziano i preparativi del matrimonio con Nina, che ha anche dato alla luce Futura. Subito dopo la cerimonia, però, la ragazza viene investita da un’auto e perde la vita, lasciando Carmine nella più grande disperazione. Per questo motivo, la direttrice Paola Vinci, chiede e ottiene la custodia della piccola Futura.

Per non abbandonare il suo amico, Filippo decide di non tornare a Milano, anche se questo significa lasciare Naditza, che però farà ritorno a Napoli, incalzata anche dalla sua famiglia, che si ostina a organizzare un matrimonio per la ragazza. Le indagini per scoprire il colpevole della morte di Nina si concentrano sugli altri detenuti dell’Ipm: Milos, Edoardo, Gaetano e Totò, in quanto fedelissimi di Ciro, vengono messi tutti insieme in una cella per potere capire chi di loro abbia ucciso Nina. Alla fine, il colpevole, nonostante la maggior parte dei sospetti ricadessero su Gaetano, si rivela essere Totò, che viene trasferito a Poggioreale. La seconda stagione si conclude con Filippo e Carmine che salvano Naditza dalle grinfie della sua famiglia appena prima che si sposi. I tre scappano insieme.

La terza stagione

Nel carcere minorile di Napoli è arrivata Rosa Ricci, sorella di Ciro e amica della fidanzata di Edoardo, Carmela, che in questa stagione diventerà la moglie. Il suo obiettivo è quello di vendicare la morte del fratello uccidendo Carmine, che nel frattempo è tornato all’Ipm per stare vicino a sua figlia Futura. Gaetano esce dal carcere e prova a ricostruirsi una vita diventando pizzaiolo, ma viene minacciato da Edoardo, che gli ordina di uccidere Mimmo. In uno scontro a due, Gaetano morirà per mano di Mimmo. Quest’ultimo, infatti, credendo che Gaetano stia per sparargli, gli spara a sua volta, ma si accorge solo dopo la morte che la pistola del ragazzo è scarica.



[Fonte Wired.it]