Seleziona una pagina

da Hardware Upgrade :

Dopo la mega acquisizione di Activision Blizzard King da 69 miliardi di dollari, Microsoft ha annunciato il taglio di 1.900 posti di lavoro nella divisione gaming. Tra questi appaiono nomi illustri che hanno servito per lungo tempo all’interno della neo acquisita software house.

Ad annunciare il proprio allontanamento su X (Twitter), ad esempio, ci ha pensato Mike Ybarra, presidente di Blizzard, che lascer la societ insieme al suo Chief Designer Officer, Allen Adham. Tuttavia, i tagli colpiscono l’intera divisione e in particolar modo Zenimax e Xbox, oltre alla succitata Activision Blizzard. In una lettera ai dipendenti, Phil Spencer, capo di Xbox, l’ha definita una “scelta dolorosa”.

Tuttavia, va considerato che i licenziamenti da parte di Microsoft, in questo caso, sono una conseguenza quasi naturale. Come ha spiegato Phil Spencer nella sua lettera, i tagli servono a eliminare le aree di sovrapposizione in seguito a un’acquisizione o fusione, il che significa che molti ruoli o organi prima distinti tra le due aziende, possono essere sostituiti da un’unica entit per entrambe. chiaro che in questi casi i licenziamenti sono inevitabili.

Mentre andiamo avanti nel 2024, la leadership di Microsoft Gaming e Activision Blizzard si impegna ad allinearsi su una strategia e un progetto esecutivo con una struttura dei costi sostenibile che supporter l’intera nostra attivit in crescita. Insieme, abbiamo stabilito le priorit, identificato le aree di sovrapposizione e ci siamo assicurati di essere tutti proiettati sulle migliori opportunit di crescita“.

Se da un lato, per, i tagli di Microsoft hanno radici profonde, dall’altro si sommano a un trend in costante aumento, soprattutto nel settore videoludico. Il 2023 ha segnato una profonda ferita per il settore della tecnologia, ma il 2024 pare si sia aperto in modo ancor pi brutale: solo nel mese di gennaio sono state decine le societ che hanno annunciato licenziamenti per oltre 4.000 posizioni tra cui Riot Games, Discord, Twitch e Unity.

Source link