Da Wired.it :

Helmut Berger è morto oggi a Salisburgo. L’attore austriaco avrebbe compiuto 79 anni il 29 maggio. Era nato nel 1944 a Bad Ischl e si era poi trasferito a Londra appena diciottenne lavorando come modello. La sua grande passione per la recitazione lo aveva fatto arrivare in Italia, dove aveva frequentato i corsi teatrali dell’Università per stranieri di Perugia. Poi, l’arrivo a Roma, l’esperienza come assistente cinematografico e l’incontro, che divenne anche una grande e lunga storia d’amore, con Luchino Visconti che stava girando Vaghe stelle dell’Orsa….

Sotto la guida di Visconti, Helmut Berger recitò in film straordinari come La Caduta degli Dei (1969), Morte a Venezia (1971), Ludwig (1973) e Gruppo di famiglia in un interno (1974). Ma anche Il giardino dei Finzi Contini (1970) con la regia Vittorio De Sica, che vinse l’oscar come miglior film straniero nel 1972.

Dopo la morte di Visconti, Berger attraversò un periodo difficilissimo, in un tunnel depressivo che lo portò ad un abuso di stupefacenti. La sua carriera cinematografica purtroppo non si riprese mai, anche se Francis Ford Coppola lo volle per Il Padrino III. Forse alcuni ricorderanno la sua partecipazione a Dynasty nei panni di Peter de Vilbis negli anni Ottanta e la sua (ancora splendida) presenza nel video Erotica e nel libro Sex di Madonna nei primi anni Novanta.



[Fonte Wired.it]