NASA InSight ha ancora alcune settimane di operativit e ha rilevato l’impatto di un meteorite

da Hardware Upgrade :

All’inizio di ottobre abbiamo scritto di come una tempesta di sabbia abbia ridotto la capacità di generare energia da parte dei pannelli solari del lander NASA InSight che si trova su Marte. Questo sta complicando ulteriormente l’operatività della missione che è ormai sul Pianeta Rosso da circa quattro anni, doppiando quanto era previsto inizialmente per la missione primaria. Si tratta quindi di un buon risultato del quale gli scienziati sembrano soddisfatti.

Questo perché il lander marziano ha comunque raccolto molti dati importanti pur non avendo potuto utilizzare con successo uno dei suoi strumenti (the mole) che avrebbe potuto misurare il calore residuo degli strati più interni del pianeta. Per esempio sono stati rilevati centinaia di terremoti e più recentemente anche l’impatto di alcuni meteoriti sul suolo di Marte. Tutte informazioni utili per comprendere al meglio la struttura del pianeta e più in generale avere maggiori conoscenze complessive sulla sua storia. Durante una conferenza che si è tenuta questa sera (ora italiana) sono state rivelate le ultime novità.

NASA InSight e le ultime novità da Marte

Iniziando con la situazione dell’energia che riesce a produrre il lander, secondo quanto riportato, tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre i pannelli solari hanno generato una media di 300 Wh/sol (con un picco negativo di 275 Wh/sol intorno alla fine dello scorso mese e un picco positivo di 430 Wh/sol in prima della tempesta di sabbia).

nasa insight

Poco dopo la metà di ottobre la situazione non era migliorata con una produzione compresa tra i 275 Wh/sol e i 285 Wh/sol a causa della sabbia presente in atmosfera (l’indice tau che indica il livello di polvere in atmosfera era pari a 1,5 mentre solitamente si assesta su 0,6-0,7). Pochi giorni fa la media era ancora intorno ai 280 Wh/sol permettendo comunque agli scienziati di riaccendere il sismometro di NASA InSight per raccogliere nuovamente dati (con un indice pari a 1,45).

nasa insight

Bruce Barnerdt (del JPL) ha dichiarato che a causa della polvere accumulata sui pannelli le operazioni sono più complesse. Per esempio il sismografo può essere attivato un giorno ogni quattro per cercare di risparmiare energia. Ci si aspetta che le operazioni possano concludersi tra le quattro e le otto settimane perdendo il contatto con il lander.

Il lander marziano e l’impatto del meteorite

Questo però non gli ha comunque impedito di raccogliere dati interessanti. Per esempio il 24 dicembre 2021 è stato rilevato un terremoto di magnitudo 4, ma solamente dopo mesi è stato possibile associare questo evento all’impatto di un meteorite e riprendere il sito con gli orbiter. Non un meteorite qualsiasi, ma il più grande mai rilevato da quando la NASA studia Marte.

Essendoci un’atmosfera meno densa di quella terrestre, il meteorite non ha fatto in tempo a disintegrarsi raggiungendo così la superficie creando un cratere largo circa 150 metri e profondo 21 metri (con alcuni frammenti che sono stati lanciati fino a 37 km) rilevato per la prima volta l’11 febbraio.

nasa insight

Grazie al Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) è stato possibile fotografare ad alta risoluzione il cratere generato da questo meteorite che poteva avere una dimensione compresa tra i 5 e i 12 metri. Quando il meteorite ha colpito il suolo inoltre ha anche mostrato del ghiaccio d’acqua sepolto che si trova nella zona dell’equatore marziano (Amazonis Planitia). Un’implicazione importante per l’esplorazione umana nel futuro.

nasa insight

Ingrid Daubar (scienziata che si occupa degli impatti rilevati) ha dichiarato “è senza precedenti trovare un nuovo impatto di queste dimensioni. È un momento emozionante nella storia geologica e abbiamo avuto modo di assistervi”. Liliya Posiolova (del Malin Space Science Systems) ha aggiunto che è un impatto come mai osservato prima. Questo perché ha anche generato onde di superficie che permettono di studiare la crosta superficiale di Marte. Si tratta dunque di un evento interessante e, se anche è stato annunciato verso la fine della vita operativa di NASA InSight, non è meno importanti di altri scoperti in passato.


Idee regalo,
perch perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!


Source link