Da Wired.it :

Nella conference call tenuta lo scorso 19 gennaio per analizzare i dati sui ricavi del quarto trimestre del 2022, Netflix ha ufficializzato la propria scelta di porre fine alla possibilità di condividere la password con persone esterne al proprio nucleo familiare già dal primo trimestre del 2023.

Per la piattaforma di streaming, l’accesso allo stesso account da parte di utenti che vivono in luoghi diversicompromette – si legge in una lettera inviata agli azionisti –  la nostra capacità a lungo termine di investire e migliorare il proprio servizio“.

Pur sapendo che per molti abbonati, nonostante i termini di utilizzo di Netflix, questa decisione possa costituire un cambiamento importante, la società di Los Gatos conta di rendere sempre più qualitativa l’esperienza dei propri clienti, attraverso funzionalità aggiuntive a cui gli ingegneri della piattaforma stanno lavorando da tempo.

Netflix

Già dall’inizio dell’anno la piattaforma di streaming farà pagare ai propri abbonati un sovrapprezzo per ciascuno degli utenti esterni al proprio nucleo familiare con cui condivideranno la password

La stretta

Implementazioni che comprendono ovviamente anche le modalità attraverso le quali Netflix lavorerà per individuare quali siano gli account le cui password sono condivise da persone che appartengono a nuclei familiari diversi, ovvero monitorando gli accessi alla piattaforma tramite indirizzi Ip, id dei vari dispositivi e attività degli account.

Man mano che implementeremo la condivisione a pagamento – si legge ancora nella comunicazione agli azionisti – gli abbonati di molti paesi avranno anche la possibilità di pagare un extra se desiderano condividere Netflix con persone con cui non vivono”. Ancora non è chiaro, però, quali nazioni saranno le prime a essere interessati da questo cambiamento, dopo i test effettuati nel 2022 nel Sud America, con un aumento del costo del servizio di 3 dollari per ogni utente aggiuntivo

Una donna sul divano con un telecomando davanti alla tv

Il nuovo piano di abbonamenti sostenuto dagli annunci pubblicitari arriva in Italia dal 3 novembre, avvicinando la piattaforma alla tv tradizionale

Le dimissioni

La conference call per analizzare i ricavi del quarto trimestre dello scorso anno è stata anche l’occasione per annunciare un vero e proprio scossone nei quadri dirigenziali di Netflix. Il cofondatore e co-amministratore delegato Reed Hastings ha infatti annunciato di aver lasciato la sua carica.

Accanto all’altro ad Ted Sarandos, al suo posto, ci sarà l’ormai ex direttore operativo Greg Peters, che sarà a sua volta sostituito da Bela Bajaria. Per Hastings non sarà comunque un addio all’azienda: ne diverrà infatti il presidente esecutivo. La presidenza di Netflix Films va invece a Scott Stuber.



[Fonte Wired.it]