Nobel per la fisica 2019, il premio va ai cacciatori di esopianeti, altri mondi extrasolari


Il premio Nobel per la fisica 2019 è stato assegnato a James Peebles, e a Michel Mayor e Didler Queloz, per “le scoperte teoretiche in fisica cosmologica”

nobel 2019
(Il premio Nobel per la fisica 2019 assegnato a James Peebles, Michel Mayor e Didier Queloz)

Puntuale come sempre ecco l’annuncio dell’Accademia reale svedese delle scienze, e il premio Nobel per la fisica del 2019 va a James Peebles, e a Michel Mayor e Didier Queloz, rispettivamente per “le scoperte teoretiche in fisica cosmologica” e per “la scoperta di un esopianeta in orbita attorno a una stella di tipo solare”.

La commissione premia “la nuova comprensione della struttura e della storia dell’Universo e la prima scoperta di un pianeta in orbita attorno a una stella simile al Sole al di fuori del nostro Sistema solare. Le scoperte hanno cambiato per sempre le nostre concezioni del mondo”.

L’anno scorso a smezzarsi il prestigioso riconoscimento furono Arthur Ashkin e Gérard Mourou con Donna Strickland, per “i loro studi innovativi nel campo della fisica dei laser. Ashkin è l’inventore delle pinzette ottiche, uno strumento per spostare oggetti microscopici con impulsi ottici. Mourou e Strickland, invece, hanno sviluppato un metodo per generare impulsi ottici ultra corti e ad alta intensità.

Dopo l’assegnazione del premio per la medicina e la fisiologia di ieri e quella odierna del Nobel per la fisica, la settimana dei Nobel continua: domani (9 ottobre) sarà il momento del Nobel per la chimica, giovedì per la letteratura (che ritorna dopo lo stop del 2018 per lo scandalo sessuale e dunque sarà doppio) e venerdì per la pace, fino ad arrivare a lunedì prossimo quando sarà assegnato il riconoscimento per l’economia.

Potrebbe interessarti anche





Source link