Nomi CPU AMD Ryzen mobile del futuro, cosa significano numeri e lettere: la guida

da Hardware Upgrade :

Negli ultimi due anni AMD ha ravvisato una crescita del 49% nelle consegne di notebook, segno dell’ottimo lavoro svolto con le ultime generazioni di CPU Ryzen e del gradimento da parte dei consumatori finali.

In virt di questo successo, nel 2023 AMD ha deciso di presidiare nuovi segmenti di mercato con “Mendocino” nella fascia dei 500 dollari e “Dragon Range” al massimo livello del settore dei notebook. Spinta dalla necessit di rendere sempre pi comprensibile la propria offerta, AMD ha deciso di darci un assaggio sui “model number” delle future CPU, ossia sui nomi composti da numeri e letteredella gamma che sar ufficializzata verosimilmente al CES 2023 di Las Vegas.

L’azienda ha dichiarato di aver messo a punto una nuova nomenclatura perch l’attuale sistema usato per i Ryzen Mobile era arrivato alla fine. Il nuovo codice non dovrebbe subire variazioni per almeno 5 anni. “Semplicemente non poteva accogliere l’afflusso di nuovi SoC nelle nuove categorie che stiamo sviluppando“, ha dichiarato AMD.

Con l’obiettivo di rendere il sistema “tecnico e informativo” in modo che gli appassionati siano in grado di decodificarlo rapidamente, ma al tempo stesso renderlo fruibile anche all’utente medio, AMD ha messo a punto una nomenclatura dove ogni numero e lettera ha un significato ben preciso. Facciamo un esempio, prendendo un ipotetico processore chiamato Ryzen 5 7640U.

La prima cifra numerica, in questo caso il 7, indica l’anno di uscita. Partendo dal 2023 e dal 7, AMD seguir con l’8 nel 2024 e il 9 nel 2025. La seconda cifra inquadra invece il segmento di mercato, ovvero il livello prestazionale del chip in questione. Come evidenziato dall’immagine, nel nostro esempio il 6 inquadra un processore di classe media, pertanto parte della serie Ryzen 5.

La terza cifra riservata all’architettura, ovvero la versione di Zen che “muove” la CPU. Nel caso delle prossime CPU mobile del 2023 si tratter di Zen 4 in molti casi, quindi troverete il 4 su molti nomi di modello. Nel 2024 toccher al 5 con le CPU Zen 5 e cos via.

L’ultima cifra pu essere uno 0 o un 5. Il primo indica un processore con un set di caratteristiche base all’interno di un segmento, il 5 invece un modello con funzionalit e caratteristiche superiori. Questa ulteriore cifra importante anche in casi dove il numero legato all’architettura non indica differenti versioni della stessa, come avvenuto ad esempio con Zen 3 e Zen 3+.

Accanto ai numeri AMD ha scelto di collocareuna o pi lettere utili a identificare “Form Factor/TDP”. HX indicher quelle CPU con TDP di 55+W destinate ai notebook gaming progettati per le massime prestazioni. HS, invece, i processori con un TDP di circa 35W per i notebook gaming sottili e quelli dedicati ai creator.

La Uaffiancher invece le CPU con TDP di 15-28W per i notebook premium ultrasottili, mentre la C i Chromebook con il medesimo TDP. Chiude il quadro la lettera “e” che rappresenter le varianti dei chip della serie U destinati a sistemi fanless, ovvero privi di ventole.

Nel 2023 AMD coprir il segmento notebook con cinque differenti SoC basati un mix di architetture: Zen 2, Zen 3, Zen 3+ e Zen 4. Tutti i chip, per, ricadranno sotto l’ombrello della famiglia Ryzen 7000. Come ultima nota, AMD ha reso noto di non aver intenzione di modificare il sistema numerico adottato per i processori desktop dalla serie Ryzen 1000 a oggi.

Source link