da Hardware Upgrade :

Nozomi Networks ha reso disponibile Nozomi Arc, un nuovo sensore di sicurezza per gli endpoint IoT e OT (Operational Technologies, che fa riferimento a macchine utensili e altri macchinari che si trovano nelle fabbriche e negli stabilimenti produttivi in generale). 

Può essere distribuito da remoto su tutte le reti, anche geograficamente distribuite, e garantisce visibilità sui dispositivi connessi e funzioni per migliorarne la sicurezza. 

Nozomi Arc: visibilità e sicurezza per dispositivi OT e IoT

Il sensore di sicurezza Nozomi Arc può essere distribuito automaticamente ed è in grado di rilevare tutti gli endpoint IoT ed IT presenti sulla rete, analizzandone allo stesso tempo eventuali vulnerabilità e identificando i macchinari compromessi.

Si tratta di una novità per il settore, dato che, secondo Nozomi, è l’unico prodotto di questo tipo in grado di fornire visibilità continua sugli asset di rete (attivi e inattivi) e sugli attributi chiave degli endpoint, oltre a informazioni su chi li sta utilizzando.

È anche in grado di verificare anomalie sui processi e attività sospette degli utenti, così da garantire una maggiore sicurezza dei macchinari. La possibilità di distribuirlo in maniera automatica, anche da remoto, accelera i tempi di implementazione abbattendo allo stesso temo i costi. 

Rispetto ad altre soluzioni simili, ha il vantaggio di non limitarsi a garantire la visibilità, ma include funzionalità di rilevamento minacce, aiutando i team IT a mettere in sicurezza i dispositivi. Supporta Windows, Linux e MacOS.

La resilienza operativa rappresenta la priorità aziendale per le organizzazioni che gestiscono infrastrutture critiche e può essere raggiunta solo riducendo i rischi informatici e aumentando la sicurezza”, ha dichiarato Andrea Carcano, co-fondatore e Chief Product Officer di Nozomi Networks. “Nozomi Arc migliora il tempo di resilienza trasformando ogni computer della rete in un sensore di sicurezza OT. Migliora rapidamente la visibilità delle superfici di attacco e quella delle minacce all’interno degli endpoint e della loro rete locale. Grazie a Nozomi Arc, gli utenti possono correlare rapidamente un maggior numero di informazioni da più fonti per una migliore diagnostica e tempi di risposta più rapidi”.

Source link