Nubia Z20, lo smartphone con il doppio schermo


Arriverà presto in Cina e a settembre anche in Europa: ecco le caratteristiche del nuovo smartphone con due display e privo di notch

Smartphone Nubia Z20
Fonte: nubia.com

Dopo l’annuncio del Nubia X durante il CES 2019, il brand cinese ha annunciato ufficialmente il rilascio di Z20: uno smartphone a tutti gli effetti “full screen” ed equipaggiato da un hardware piuttosto prestante. Da settembre arriverà anche in Europa.

Privo di notch ma anche di fotocamera frontale a comparsa motorizzata – come quella a ventaglio installata su Oppo RenoNubia Z20 soddisfa a pieno le richieste di coloro che vogliono visualizzare i contenuti mostrati dal display senza elementi che possano creare disturbo.

Smartphone Nubia Z20
Fonte: nubia.com

Questo modello, infatti, monta due schermi: uno frontale full hd senza cornice da 6,42 pollici e uno posteriore da 5,1 pollici posizionato sotto un blocco di tre sensori fotografici – principale da 48 megapixel, grandangolare e teleobiettivo – utile per visualizzare un’anteprima mentre si scatta un selfie e rinunciare alla fotocamera a scomparsa.

A rendere le sue prestazioni performanti è l’accoppiata tra il processore Snapdragon 855+ e gli 8 GB di ram indispensabili per le applicazioni e i videogiochi che necessitano di maggiori risorse per essere eseguiti in maniera fluida e senza interruzioni. Disponibile nei tagli da 128 GB e 512 GB, Nubia Z20 monta una batteria da 4000mAh capace di offrire autonomia sufficiente per supportare le normali attività quotidiane ed essere rigenerata in tempi relativamente brevi grazie alla ricarica veloce 27W Quick Charge 4.0.

Secondo quanto annunciato nel comunicato stampa rilasciato dal produttore, le prime unità verranno rilasciate in Cina il prossimo 16 Agosto 2019 al prezzo di partenza di 3499 yuan – circa 443 euro – per il modello da 128GB, mentre il rilascio globale in Europa, Canada, Usa e Regno Unito è previsto a settembre a un listino ancora da definire. Il dispositivo sarà disponibile nei colori blu, rosso e nero.

Potrebbe interessarti anche





Source link